Excite

Luttazzi: La7 perde causa "Decameron", fu satira

  • Infophoto

Daniele Luttazzi vince la sua causa contro La7 che sospese, nel 2007, il suo programma “Decameron”. Come apprendiamo dal suo blog ufficiale, la rete deve “fra penali e mancati versamenti” la somma di “1 milione e 200 mila euro lordi, più interessi e spese legali”.

Ma andiamo in ordine con i fatti. Dopo l’editto bulgaro del 2002 che lo mise fuori dalla Rai, o meglio, fu la Rai a pensare bene di mandarlo via, Daniele Luttazzi, a distanza di 5 anni, ci ha riprovato con un altro programma, il “Decameron”, ma anche qui il virus “la tv mi è ostile” l’ha attaccato in maniera permanente.

Le prime quattro puntate del programma vengono trasmesse senza problemi, dalla quinta la messa in onda viene sospesa per un evento accaduto nella puntata precedente.

Luttazzi immagina un dialogo tra lui e una ragazza incontrata per caso: "Dopo 4 anni di guerra in Iraq, 3.900 soldati americani morti, 85.000 civili iracheni ammazzati e tutti gli italiani morti sul campo anche per colpa di Berlusconi, Berlusconi ha avuto il coraggio di dire che lui in fondo era contrario alla guerra in Iraq. Come si fa a sopportare una cosa del genere?» Io ho un mio sistema, penso a Giuliano Ferrara immerso in una vasca da bagno con Berlusconi e Dell'Utri che gli pisciano addosso, Previti che gli caga in bocca e la Santanchè in completo sadomaso che li frusta tutti. Va già meglio, no?".

Sospensione guadagnata. Il direttore di La7, di allora, Antonio Campo Dell’Orto, avvisa il conduttore della chiusura del programma, via sms, sostenendo che la ragione della sospensione derivasse dall’offesa inferta, dallo stesso Luttazzi, contro un altro conduttore di rete sottolineando che questo non fosse permesso.

Ad oggi, Daniele Luttazzi può gioire per la sua causa vinta. La sentenza, come riprende nel suo blog, ha deciso in tal modo: “1. La7 chiuse Decameron in modo arbitrario e illegittimo. 2. La battuta su Giuliano Ferrara non fu insulto, ma satira. 3. La battuta su Giuliano Ferrara non fu plagio”.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016