Excite

Mad Men 2 da stasera su Cult

Arriva stasera su Cult la seconda stagione di Mad Men, la serie rivelazione del 2008 già vincitrice di 2 Golden Globes 2007 e 6 Emmy Award 2008, ogni domenica alle 21 e alle 22.

Mad Men torna con le nuove sfide di Don Draper (John Hamm), pubblicitario, latin lover e uomo di successo dal passato controverso e misterioso, e dei colleghi della Sterling Cooper.

Siamo nella New York della metà degli anni ’60, gli anni d’oro del boom economico, quando la pubblicità è la massima espressione di creatività e business; gli eventi iniziano dal giorno di San Valentino, sono passati quattordici mesi dagli eventi che hanno chiuso la prima stagione.

Molte cose sono cambiate alla Sterling Cooper, prestigiosa agenzia pubblicitaria newyorkese.

Duck Phillips (Mark Moses) ha assunto la direzione dell'agenzia ma al ritorno di Roger Sterling (John Slattery) ripresosi dall'infarto che lo aveva colpito: i due mostrano di avere punti di vista completamente differenti su numerosi argomenti e i contrasti coinvolgeranno lo stesso Don.

Dopo aver dato segretamente alla luce il bambino nato dalla relazione clandestina con il collega Pete Campbell (Vincent Kartheiser), Peggy (Elizabeth Moss Zoey) continua la sua scalata all'interno dell'agenzia, dando ulteriore prova delle sue capacità in un ambiente ancora prettamente maschile.

Betty (January Jones), la moglie di Don che nasconde sempre di più una profonda insoddisfazione, ritrova una vecchia amicizia.

La storia vede ancora una volta protagonisti i Mad Men, i creativi di Madison Avenue a New York, il centro nevralgico della pubblicità degli anni '60; la serie propone un viaggio nella società e cultura americana, tra uomini e donne che si muovono in un tempo di contrasti e di valori che cambiano velocemente, oscillando tra machismo, corruzione, discriminazioni, sfrenata competizione, emancipazione e presa di coscienza di nuovi modelli e status symbol.

Il promo di Mad Men 2

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017