Excite

Mammoni, quarta puntata fra morbosità e surrealismo

  • Mediaset

La quarta puntata della docufiction Mammoni - Chi vuole sposare mio figlio?, in onda nel prime time di Italia Uno, è stata seguito da 1.521.000 telespettatori per uno share del 7,79 per cento. Gli ascolti, dunque (fatta eccezione per il debutto) si sono più o meno assestati: mirano all'8 per cento ma non riescono ad arrivarci. Mancano due puntate, per fortuna. Diciamo per fortuna perché, settimana dopo settimana, questo nuovo programma sembra perdere colpi. L'Italia è piena di mammoni, vero. Ma in questo caso il ritratto dei mammoni appare fin troppo lontano dalla realtà. E' vero anche che i telespettatori amano spiare il prossimo (vedi Grande Fratello), assistere a liti fra esponenti dello stesso sesso (vedi Uomini e Donne), illudersi che davanti alle telecamere possano nascere amori sinceri e mossi dalla spontaneità (ma dai); però, insomma, qui si sta esagerando.

Certe trovate degli autori hanno una componente di morbosità. Ha fatto venire la pelle d'oca, ad esempio, quella scena in cui Antonio fa entrare le sue corteggiatrici nella stanza-guardaroba della madre Consilia e lascia che si provino gli abiti, che mettano le mani ovunque, che si trastullino davanti allo specchio. E la voce narrante intanto spiegava che lui è contento perché desidera che la donna della sua vita sia come la genitrice, quindi ben venga che s'infili nei suoi panni. Lugubre.

Ha provocato un certo fastidio quell'altro momento in cui a mamma Marina viene mostrato il video in cui il figlio Simone (che sta perennemente con gli addominali in mostra, quasi non avesse altri argomenti) fa pipì con la porta aperta, lasciando che le "sue" ragazze lo vedano, e si limita a commentare con un "un po' volgare...". Poi la faccenda si chiude con il bacino d'ordinanza.

E' stato allucinante, per non dire preoccupante, vedere Lorenza - perennemente sull'orlo di una crisi isterica - che si scioglie in lacrime davanti a una fanciulla pregandola di entrare nella rosa delle pretendenti di suo figlio Dario con l'obiettivo principale di allontanarlo dalla ragazza che A LEI non piace. E non le piace perché è bella, c'ha le unghie ricostruite e i capelli allungati col barbatrucco.

Franca, la madre di Pierpaolo, si mette a indagare ossessivamente sul candidato che non ha la sua approvazione e scopre che si è concesso una notte di sesso con un altro corteggiatore già fatto fuori (capirai). Apriti cielo. Lo riferisce al figlio mostrandosi contrita ma in realtà soddisfatta come a un gatto che si ritrova davanti una fetta di fegato fresca fresca. E lui, Pierpaolo, entra in una crisi mistica perché si sente tradito. Dovevano dirglielo. Crisi mistica che passa in una mezza giornata e si conclude con un abbraccio al traditore.

Poi c'è Marco, che mette la linguetta nella bocca di tutte la fanciulla e sua madre - guardando il video - è contenta. Orgogliosa. "Non l'avevo mai visto!!", esclama giuliva. E meno male, immagina se invece fosse stata ordinaria amministrazione. Viene proprio difficile complimentarsi con Simona Ercolani, ovvero la "mente" di questa trasmissione. E viene facile, invece, fare un'ultima osservazione: in un'Italia in ginocchio, com'è che tutti questi mammoni e le rispettive madri hanno case da sogno, enormi, spaziose e luminose, addirittura con intere stanze dedicate al guardaroba e comunque in grado di accogliere serenamente quattro ospiti? Ma sono tutti sfacciatamente benestanti? E questo sarebbe un ritratto del Paese?

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016