Excite

Maria De Filippi contro Barbara D'Urso

Maria De Filippi si prepara alla serata finale del festival di Sanremo e, per l'occasione, rilascia un'intervista a L'Espresso raccontandosi in maniera schietta e parlando di Mediaset, Rai e futuro.

Vota il sondaggio: Maria De Filippi attacca Barbara D'Urso

Dalle parole della De Filippi emerge la voglia di spiccare il volo e la possibilità di fare altro rispetto a Mediaset: "visto che tra qualche mese scade il contratto tra Fascino e Mediaset, l'argomento clou sarà questo. Ma le dirò di più. Sarei pazza di gioia di produrre per la Rai. Purtroppo, non me lo permetteranno mai".

Lapidaria sul servizio pubblico, del quale dice: "da anni la Rai ha smesso di fare la Rai. Non c'è il servizio pubblico e se c'è è piuttosto simile a quello che fa Canale 5. Eppure, nel suo Dna, la Rai ha programmi come "Portobello" la trasmissione madre di tutta la televisione moderna. Il problema non sta nella mancanza di talenti, penso a Fabio Fazio, a Carlo Freccero. Ma nei direttori di rete che, ben consci di non poter durare più di due o tre anni, per rischiare il meno possibile comprano format garantiti da un successo estero".

Su Sky non ha dubbi la De Filippi e dice che è giusto temere la tv satellitare di Murdoch e che "l'80% di quello che guardo sta su Sky. È una tv forte con delle reti fatte veramente bene. Quando Amici va in onda, e su Sky c'è il pallone, partono 20 punti di share. Quando non c'era Sky, Quelli che il calcio faceva il 35%. Ora, Italia Uno ha iniziato a trasmettere la prima e la seconda stagione di Grey's Anatomy. RaiDue fa lo stesso con Brothers and Sisters. Tutti telefilm che io ho già visto e stravisto su Sky. Se i telespettatori iniziano a comportarsi come me, la preoccupazione ci deve essere eccome!".

Poi la stoccata a Barbara D'Urso e alla conduttrici che urlano allo scandalo quando invece dovrebbero vergognarsi loro stesse di fare un certo tipo di televisione: "detesto le liturgie tv. La scala di Sanremo. Il finto circo televisivo. E la rissa al Grande Fratello: tutti sappiamo bene che quando succede si può decidere se mandarla in onda o no. Non c'è diretta su Sky che tenga. Bene. Trovo terribile che si decida di farlo e si decida anche di montarci un casino. Prima sui giornali. Poi a Pomeriggio 5 dove Barbara D'Urso rimanda in onda il filmato, esclamando quattro volte Vergogna, vergogna. Secondo me il vergogna, vergogna andrebbe diretto a chi decide di mandarlo in onda".

Dice che le piacerebbe produrre per Sky, "anzi lo faccio già", e che nonostante la tregua tra Rai e Mediaset le acque sono tutt'altro che calme: "tra Affari tuoi e il varietà del sabato sera c'è la pubblicità. Ma pur di raggranellare un punto d'ascolto in più, la Rai la fa saltare. A volte, per infastidirci Affari tuoi viene allungato fino alle nove e cinquanta. E per quanto mi riguarda, ho un contratto, scritto col sangue, che mi obbliga a mandare i break tutte le volte che Mediaset vuole".

Però a Sanremo va anche grazie a Piersilvio Berlusconi: "alla doppia conduzione avrei detto no. All'ospitata, invece, ho detto ok. Dopo, è stato Paolo a parlarne a Mediaset. E a Natale Piersilvio ha sottolineato: Fa come vuoi. Purché Amici vada in onda, siamo in periodo di garanzia. In realtà, ho accettato perché un rifiuto mi sarebbe sembrato scortese. E perché le entrate sul palcoscenico saranno quattro in tutto. Niente di che e posso rimanere me stessa".

Intanto è grazie a lei che si rafforza il sodalizio tra Rai e Mediaset ed è sempre lei che, nel corso dell'intervista, dice di sperare "che prima o poi Maurizio (Costanzo) vada in Rai e non rimanga a Mediaset".

I motivi sono ignoti ma sembra chiaro che Maria De Filippi è pronta per spiccare il volo e la scadenza contrattuale con Mediaset potrebbe pendere l'ago della bilancia: sarà per questo che Canale 5 le ha chiesto di allungare la durata di Amici?

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016