Excite

Mauro Masi non intende dimettersi

Il giorno del giudizio si sta per avvicinare, tuttavia Mauro Masi non teme alcunchè. Di certo però non mancano i motivi di tensione. Il sindacato giornalisti 'Usigrai' ha indetto un referendum per costringerlo alle dimissioni, mentre giorno 22 si discuterà alla Camera la mozione promossa dai finiani che accusa il dirigente di essere 'mosso da criteri di opportunità politica'.

In tutto ciò il dg sembra addirittura gongolare, stando a quanto dichiarato ai colleghi di 'Repubblica'. 'Dopo la sospensione di Santoro sto vivendo un'esperienza nuova: l'esposizione mediatica. Non è male. Mi fermano in strada per l'autografo, mi fanno i cori allo stadio'.

Ironia a parte, Masi ha trovato il tempo per commentare le crescenti polemiche che lo riguardano. Interrogato sull'eventualità di essere sfiduciato dal sindacato dei giornalisti, ha dichiarato: 'Io rispondo al cda e all'azionista. Ma i giornalisti devono sapere che ho due obiettivi. Il risanamento dei conti, già avviato. E rendere effettivamente pluralista la Rai. Cioè, far vivere sul serio le regole del contraddittorio. Il mio più grande nemico è il pensiero unico. Se per portare a casa questi risultati devo incassare delle sfiducie ne prendo anche una al giorno'.

Decisa anche la replica alle critiche mosse dai deputati finiani, che vorrebbero esautorarlo. 'Inviterei i deputati che l'hanno scritto a guardare bene il palinsesto della Rai dove il pluralismo è garantito. Del resto, sono un economista abituato a ragionare con i numeri. La Rai sta stravincendo la battaglia degli ascolti. Questo significa qualcosa. Se il pubblico trovasse delle deficienze politiche o di prodotto non ci seguirebbe così numeroso'.

Immancabile, per finire, un commento su Michele Santoro, e su 'Annozero', sempre a rischio cancellazione. Sulla possibilità di rivedere in onda a Gennaio il noto programma, Masi ha chiosato: 'Non è detto. Non escludo nulla e anche Santoro, che è sempre imprevedibile, non esclude nulla. Con lui avevamo avviato una trattativa utile per tutti. La Rai poteva recuperare uno spazio editoriale che Santoro occupa grazie a due sentenze uniche nel mondo civile, ma penso anche nella galassia più sperduta. Roba da extraterrestri. Allo stesso tempo l'azienda poteva usare la professionalità di Michele in altro modo'.

(foto © LaPresse)

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016