Excite

Mediaset vuole Rai Way: 1,22 miliardi in soldi e azioni per controllare le infrastrutture televisive

  • Twitter @FinanciaLounge

Un'offerta pubblica di acquisto e scambio, comprensiva di soldi in contanti e azioni in misura minore, è stata presentata da Mediaset per il rilevamento delle antenne di Rai Way da Viale Mazzini.

Premium Net Tv, da Mediaset un nuovo progetto per la “televisione del futuro”

La cifra proposta dall'editore privato per entrare in possesso delle strutture finora nella disponibilità della televisione di Stato raggiunge il tetto di 1,22 miliardi di euro dei quali 851,3 in contanti e il resto in azioni della società Ei Towers, con un'operazione che dovrebbe perfezionarsi entro l'estate del 2015.

In ballo, nella partita che dovrebbe portare il gruppo di Cologno Monzese a rilevare la proprietà delle infrastrutture di Rai Way, a detta del soggetto promotore dell'offerta vi sarebbe anche un'integrazione col sistema delle telecomunicazioni, interessato dalla semplificazione delle reti per l'immediato futuro.

Mediaset intende assicurare, contestualmente alla creazione di un colosso di 5mila ripetitori per le trasmissioni del segnale televisivo in Italia, l'accesso ai ponti radiotelevisivi “a tutti gli operatori in modo indipendente, secondo termini trasparenti e non discriminatori" tramite l'apertura garantita da Ei Towers.

(Il Presidente della Commissione Vigilanza Fico protesta per la cessione di Rai Way)

Aspetto secondario ma non per questo irrilevante di tale operazione, sottolineato dalla società candidata alla proprietà delle torri precedentemente controllate al 100% dalla tv di Stato, la riduzione della presenza fisica di antenne radiotelevisive sul territorio nazionale, con evidenti vantaggi dal punto di vista ambientale e paesaggistico per l'intera comunità.

Per ottenere il via libera, l'aspirante gestore di Rai Way dovrà attendere l'ok del ministero dello Sviluppo Economico all'accordo tra Viale Mazzini e l'operatore privato, previo versamento da parte di quest'ultimo della cifra concordata e la cessione delle azioni Ei Towers (del valore di 4,50 euro l'una) ai soci del gruppo.

Rispetto alla quotazione certificata in occasione dello sbarco del 19 novembre scorso a Piazza Affari, la società pubblica verrebbe rivalutata del 52,7% consentendo agli azionisti un guadagno implicito del 22 per cento, grazie ai soldi che Mediaset verserebbe con l'aiuto di un prestito internazionale.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017