Excite

Merola, "C'è una firma sulla morte di Sabani"

"Noi viviamo in un Paese dove un magistrato, di cui non voglio pronunciare mai più il nome, prima ti manda in carcere e poi, scoperto da un paparazzo di Novella Duemila, si fa sorprendere in dolce compagnia dell'ex fidanzata dell'uomo che ha appena fatto incarcerare grazie a un'inchiesta inventata e destinata a finire poi nel nulla più assoluto". Sono le parole di Valerio Merola, che saputa la notizia della morte di Gigi Sabani si è precipitato a Roma. Lui proprio non poteva mancare al funerale di Gigi Sabani. Con lui aveva condiviso la buona e soprattutto la cattiva sorte, quella dell'inchiesta che nel 1996 li porto in carcere per tredici giorni con l'accusa di truffa a fini sessuali e induzione alla prostituzione di alcuni giovani modelle in cambio di partecipazione a programmi tv. Un'inchiesta che si concluse un anno dopo con l'archiviazione e il risarcimento economico, un'inchiesta che fu una "vergogna, un inutile scandalo, vorrei che qualcuno si facesse un esame di coscienza, perché questa morte per me ha una firma, non credo che sia un evento naturale".

Non ha dubbi Merola sul colpevole che "ha sbagliato clamorosamente e che non ha mai pagato per i suoi errori, e che poi ha addirittura coronato il suo sogno d'amore con l'ex fidanzata di uno dei suoi inquisiti". I problemi non finirono con l'archiviazione del caso "In Rai e anche in Mediaset quando qualcuno si azzardava a proporre il nostro nome c'era subito chi obiettava: "Loro... meglio di no". Gigi pativa molto per questi ostracismi". L'ultimo episodio risale a questa estate, quando Sabani era venuto a conoscenza che la Rai avrebbe riproposto in prima serata il "suo" programma "Stasera mi butto". Dopo l'iniziale gioia, però, Gigi aveva saputo che non c'era alcun "invito a comparire" per lui. "Ma perché mai il direttore di Raiuno non mi ha invitato?" si chiedeva Gigi. "Che gli ho fatto a Fabrizio Del Noce? Ci sarei andato anche gratis."

Merola è un fiume in piena, aggiunge che "pochissimi gli sono stati vicini in questi ultimi anni. E anche tra quei pochi, come Maurizio Costanzo, Gigi diceva che c'erano troppi umori altalenanti. Un invito, poi più niente per parecchio tempo. Un'altra polemica, recente, l'aveva avuta con Fiorello. Gigi ne aveva ridimensionato le capacità, in un'intervista. Capirai. Fiorello gli aveva risposto piuttosto male..."

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017