Excite

Michele Misseri a Domenica Live: Twitter in rivolta contro Barbara D'Urso

  • YouTube

La vera colpa di Alessio Vinci? Non essere abbastanza trash. Non c'è altra spiegazione per la sostituzione del giornalista alla guida di Domenica Live: l'arrivo di Barbara D'Urso ha infatti precipitato il programma in un baratro di interviste spazzatura, tv del dolore e momenti di infima informazione dal quale il contenitore pomeridiano di Canale 5 difficilmente (per non dire mai) potrà risollevarsi.

Twitter vs Barbara D'Urso per l'intervista a Misseri

E il punto più basso - forse, perché in fondo al peggio non c'è mai fine - è stato raggiunto oggi con il lungo intervento di Michele Misseri, che tra una faccina addolorata, una comprensiva e una partecipe di Barbara D'Urso, perennemente sull'orlo delle lacrime, non solo ha ripercorso per l'ennesima volta i punti salienti dell'omicidio di Sarah Scazzi (mentre è in corso il processo), ma ha pure avuto spazio per parlare della sua drammatica infanzia e della triste condizione che si trova a vivere ora: obbligato a stare ad Avetrana, tra gli sguardi carichi di sospetto e di odio dei suoi compaesani, e completamente solo perché "abbandonato da tutti", anche dai familiari.

Ora, saranno i magistrati a stabilire le responsabilità nella sempre più grottesca vicenda dell'uccisione della quindicenne e di sicuro nessuno punta il dito contro 'zio Michele' o sua figlia Sabrina, ma Misseri resta comunque un imputato (oltre che un testimone sempre meno attendibile) in un processo per omicidio, per cui un conto è fare informazione, un altro spettacolarizzare un caso di cronaca nera, facendo leva sulla curiosità morbosa, per far fare ascolti a un programma.

Scegliere che cosa sia stato peggio nella lunga intervista di Barbara D'Urso - divisa in ben quattro blocchi pubblicitari - è davvero difficile. Dalla frase della conduttrice a Misseri: "Si vede che hai gli occhi buoni", allo stesso zio Michele che dice che non vuole più chiamare la nipote Sarah, ma "piccolo angelo biondo", è un susseguirsi di trovate horror-trash per le quali un telespettatore medio, incautamente capitato su Canale 5, non può che provare una cosa: vergogna.

E infatti, oggi, Twitter si è letteralmente sollevato contro Domenica Live e la sua conduttrice, guidato da addetti ai lavori, vip e colleghi della stessa D'Urso. La critica televisiva @maridacaterini infatti scrive: "Che possiamo fare per bloccare questo orrore? Siamo alla santificazione di un reo confesso che vuole giustificare le sue atrocità #domenicalive" e le fanno eco @PrestaLucio: "Zio Michele no! Davvero questo nn si può" e @fabfazio, che fa riferimento pure agli altri (attesi) ospiti della puntata odierna: "Ospiti a domenica live di canale cinque oggi Eva Henger, Michele Misseri( lo zio di Avetrana) e Silvio Berlusconi. E non è uno scherzo...". A sintetizzare il pensiero di tutti ci pensa, a modo suo, @cecchegrappa (Massimo Ceccherini): "Misseri ha rotto il cazzo vattene affanculo".

E gli utenti 'comuni' non sono da meno: "Caro Babbo Natale, traduci lo share della D'Urso in anni di disgrazie", scrive @cicciomassaro, mentre @ViFumo nota sagacemente: "'Scendo in campo,anzi no'.'L'ho uccisa io,anzi no': dalla #D'Urso Berlusconi e Misseri. I professionisti delle ritrattazioni, insomma" e @parmarob si indigna: "La trasmissione della D'Urso mi fa schifo è un'offesa all'Italia e a tutti gli italiani". C'è poi chi come @Bibolotty scrive: "Effetto 'incidente sul raccordo': a tutti fa orrore ma tutti si fermano a contare le macchie di sangue #D'Urso spegnetela". Un'osservazione veritiera, che centra il problema per quello che è: se certe trasmissioni in tv ci sono ancora è perché alla gente piacciono, come del resto dimostra lo share di Domenica Live. Ma è anche vero che non parlarne (o scriverne) in qualche modo autorizza l'esistenza delle suddette trasmissioni. Qual è la soluzione allora?

Michele Misseri vs Barbara D'Urso: "Vivete solo d'applausi"

Forse, come dimostra la sollevazione popolare di oggi di Twitter, l'unico modo per porre fine a certi spettacoli è denunciarne i contenuti, dimostrando che i telespettatori italiani sono stanchi della tv spazzatura e che se determinate trasmissioni fanno share, non è detto comunque che siano apprezzate: per combattere il proprio nemico, infatti, bisogna conoscerlo.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016