Excite

Milano, polemiche per il manifesto della donna nuda in croce

In occasione della Giornata mondiale contro la violenza sulle donne del 25 novembre, l'associazione Telefono Donna ha proposto al settore pubblicità del Comune di Milano un manifesto che raffigura una donna nuda su un letto posizionata come se fosse in croce con sù scritto: "Chi paga per i peccati dell'uomo? Solo il 4% delle donne vittime della violenza denuncia il proprio carnefice. Le altre pagano anche per lui". Telefono Donna ha chiesto di esporre 500 di questi manifesti sugli spazi di affissione pubblica del Comune.

Guarda le immagini del manifesto

Ma l'iniziativa ha suscitato polemiche. Maurizio Cadeo, assessore comunale all'Arredo urbano, ha affermato: "Non so se ho gli strumenti per negare gli spazi, ma ne respingo totalmente il contenuto che offende la nostra tradizione cristiana. Pongo il problema politico e ne informerò il sindaco: chiederò a Telefono Donna di ritirare il manifesto".

Contro la richiesta dell'associazione anche Carlo Fidanza, capogruppo di An in consiglio comunale, che ha detto: "Chiediamo all'associazione di ritirare il manifesto perché una giornata così importante non deve essere svilita da una provocazione del genere". Le dure reazioni hanno sorpreso Stefania Bartocetti, presidente di Telefono Donna, la quale ha così replicato: "Da cattolica non ci vedo nulla di offensivo nè di blasfemo. Abbiamo scelto un'immagine forte per spingere le vittime delle violenze a uscire dal silenzio".

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017