Excite

Milly Carlucci e Maria De Filippi finiscono in tribunale

  • Twitter

di Simone Rausi

Si sono spesso sfidate nella guerra degli ascolti del sabato sera ma adesso, Milly Carlucci e Maria De Filippi, se la dovranno vedere in tribunale di fronte a un giudice e con i rispettivi avvocati. Ma cosa ci fanno due delle regine della tv italiana a cospetto della corte? Tutto comincia circa nove mesi fa, la sera del 25 Maggio 2015, in occasione degli Oscar Tv (il premio Regia Televisiva).

Ecco i 12 concorrenti di Ballando con le Stelle 2016

In quella occasione, le due si sfidavano nella nuova categoria “Social Tv”. Da una parte Amici, dall’altra Ballando con le Stelle. A decretare il vincitore gli utenti di Twitter che dovevano portare in alto il proprio programma del cuore attraverso dei tweet con degli appositi hashtag dedicati. La statuina è andata a Ballando con le Stelle ma la cosa non è certo passata inosservata. L’account fake di Maria De Filippi (Maria De Filippy - @defilippi_m) ha insinuato dei brogli, avanzando perfino accuse di acquisto tweet. Ipotesi queste cavalcate anche dalla pagina Facebook di Trash Italiano. La Carlucci non ha perso tempo ed è partita con la querela per diffamazione: “Qualcuno ha avanzato dei sospetti sulla regolarità della nostra votazione e questo non posso accettarlo. Può darsi che qualcuno abbia deciso di boicottarci visto il successo che stavamo ottenendo?”.

Secondo la Carlucci “Più o meno tutti i programmi hanno usato una strategia per cercare di ottenere più voti possibile”. Ma in tutto questo, la signora De Filippi cosa c’entra? A tirarla in ballo è stata la pm Nadia Plastina che ha chiamato la conduttrice di Mediaset come persona informata sui fatti per capire se ci siano effettivi contatti tra Maria e il suo account fake e quello di trash italiano. La De Filippi ha più volte dichiarato, in alcune interviste, di non conoscere direttamente l’account Maria De Filippy ma di trovarlo molto divertente.

Non è la prima volta che la Carlucci difende i suoi programmi nelle aule di tribunale. Risale al 2011 la causa per plagio contro “Baila” del tandem D’Urso-Mediaset. All’epoca, la signora del Jive e della Rumba portò a casa una vittoria. Come finirà stavolta?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020