Excite

"Morti e Stramuorti", stasera su Sky Explora torna il reality funebre

  • Uff. Stampa

di Laura Abbate

La funzione sociale della televisione moderna è anche quella di raccontare la quotidianità, le cose normali. Real Time ci ha riempito un palinsesto intero con docu-fiction di varia natura ma nessuno aveva mai pensato a uno show dedicato alla morte. E' ancora uno dei tabù meno sfatati della cultura italiana e dunque esorcizzarlo sul piccolo schermo sembrava impossibile. Explora (canale 415 di Sky) invece ha deciso di provarci e da stasera arriva "Morti e Stramuorti", la docu-fiction che narra le vicende della famiglia Dell'Anno, leader nel campo delle pompe funebri a Napoli. La serie, prodotta da Kimera, riesce a stemperare pregiudizi e scaramanzia senza utilizzare neppure un filo di cinismo. Che questo sia un di meno? Forse. Ma calcare la mano avrebbe probabilmente fatto perdere quel guizzo realistico che non si può negare allo spettatore.

"Morti e Stramuorti" racconta infatti la realtà, quella semplice e verace del capoluogo partenopeo e dell'hinterland napoletano. La scelta di "ingaggiare" i Dell'Anno è azzeccatissima perché alla tristezza della dipartita si allinea anche l'essere plateali insito nella cultura del Sud. Ma chi sono questi "schiattamuorti"? Senza dubbio, Massimo, Francesco e il resto della company Dell'Anno sono dei grandi professionisti. Attenti e scrupolosi nel lavoro hanno dalla loro l'esperienza e la tradizione impartita da papà Umberto. Per non far mancare nulla a dipendenti e clienti hanno persino assoldato una psicologa. Allo stesso tempo sono inseriti nel contesto della loroquotidinità, della loro vita con moglie e figli e "si dispiacciono" a volte se nel pancione di una delle loro mogli cresce una bambina "perché gli schiattamuorti sono uomini" dicono in coro. Lavorare nell'azienda di famiglia per loro non è stato un obbligo ma una scelta del tutto naturale "e ormai non ci facciamo più caso a chi fa gli scongiuri quando siamo nelle vicinanze" spiega Massimo, titolare dell'azienda.

La puntata speciale di "Morti e Stramuorti"

A coadiuvare il loro lavoro ci sono una serie di fidati collaboratori: Lello "O' bello" e Gabriele "O' sciupafemmine", solo per citarne alcuni. Insomma, in "Morti e Stramuorti" c'è tutta la napoletanità, nell'accezione migliore del termine, necessaria per rendere più leggero anche il "viaggio eterno". A proposito di viaggio, Explora ha indetto un concorso per coloro che arrivano "stanchi morti" all'estate. Per partecipare basterà guardare tutte le puntate e rispondere alle domande presenti sul sito http://mortiestramuorti.exploratv.it/. I concorrenti migliori vinceranno una vacanza da sogno.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017