Excite

Nomine Rai 3, il Pdl preme per Giovanni Minoli

Mentre si consuma l'affaire Travaglio-Santoro-Liofredi, secondo il quotidiano Repubblica sarebbero pronte le grandi manovre del Pdl per rovesciare i vertici di Rai 3 e, conseguentemente, del Tg3.

Guarda il video della conferenza stampa di Annozero

Il quotidiano romano scrive infatti che già domani si potrebbe assistere ad un vero e proprio blitz da parte del Pdl allo scopo di "impossessarsi" della scoperta terza rete Rai, in balia della lottizzazione.

Il Pdl continua a proporre apertamente la candidatura di Giovanni Minoli per Rai 3 che, se accettata, prenderebbe il posto di Paolo Ruffini; la giornalista Bianca Berlinguer passerebbe invece al posto di Antonio Di Bella alla direzione del Tg 3.

Tiene comunque ancora banco la questione legata al contratto in forse di Marco Travaglio: l'Agcom, chiamata in causa dalla Rai, dice di non voler entrare nella vicenda ma il direttore generale Mauro Masi dichiara di non potersi assumere da solo l'onere di valutare la contrattualizzazione di un personaggio che potrebbe far sborsare troppi soldi alla Rai per via di sue dichiarazioni.

"L'obiettivo è quello di responsabilizzare il giornalista", interviene Giorgio Lainati del Pdl, vicepresidente in Vigilanza, "dato che poi a risponderne è l'editore, cioè la Rai. Qualcuno dovrebbe ricordare che a un certo punto Canale 5 decise di chiudere Sgarbi quotidiani quando le perdite economiche derivanti dalle querele hanno coperto gli introiti pubblicitari".

Chiaramente Travaglio non riuscirà a firmare il contratto prima di domani sera ma sarà presente durante la prima puntata di Annozero come ospite, occupandosi di uno dei temi più caldi del momento: Tarantini e l'inchiesta sulle escort.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020