Excite

Nomine Rai nel caos, Mauro Masi deve dimettersi

La Rai è in crisi: perde pubblicità, riceve multe per la sua faziosità, non paga i professionisti e i dirigenti si dividono le poltrone a seconda della maggioranza di Governo. Tutti questi problemi hanno un unico responsabile: Mauro Masi.

Il direttore generale della Rai è nell'occhio del ciclone per le sue scelte editoriali, in particolare per aver punito Michele Santoro, per aver messo in dubbio il programma di Fazio-Saviano e per aver promesso una trasmissione televisiva alla sua compagna. A tutto questo si aggiunga il fatto che da mesi non riesce a completare le nomine Rai, nelle varie poltrone rimaste vacanti. Da tempo alcuni canali del digitale terrestre non hanno un punto di riferimento.

Corradino Mineo e Massimo Liofredi attendono di capire se restare al loro posto o cambiare carica. L'ultima riunione indetta per le nomine Rai è stata un flop perché mancavano alcuni consiglieri e tutto è stato rimandato al 4 novembre. Situazione allarmante che è emersa anche durante la riunione dell'Ufficio di Presidenza della Commissione di Vigilanza Rai, dove Segio Zavoli ha letto una lettera dei consiglieri Rai che lanciano l'allarme: 'In Rai c'è il rischio di una crisi irreversibile di cui rendere tutti consapevoli: il servizio pubblico è patrimonio dell'intero Paese'.

Lo stesso Zavoli ammette: 'Il perdurare e l'aggravarsi delle situazioni di disagio della Rai non sono più una questione su cui dissertare e dividersi: è in gioco un patrimonio civile, culturale ed etico che riguarda tutto il Paese. Difenderlo deve tradursi nel comune dovere di ricreare una condizione di civismo, trasparenza e responsabilità che sembra smarrita'.

La politica interviene in questa questioni con toni forti. Il segretario del Pd, Pierluigi Bersani, afferma: 'Siamo davvero al capolinea. È necessario che l'attuale direttore generale, Mauro Masi, prenda atto che la sua esperienza è finita'. Il leader dell'Udc, Pierferdinando Casini, aggiunge: 'La Rai è allo sbando. La dirigenza rimetta il suo mandato, andando avanti così si fa il gioco di Mediaset e di Sky'.

 (foto © LaPresse)

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016