Excite

Ora ci tocca anche Sgarbi contro la Lei

Non c'è pace in tv per Vittorio Sgarbi, il critico d'arte cambia nuovamente titolo del suo programma dopo una lunga settimana di scontri con il nuovo direttore generale della Rai, Lorenza Lei. Il sindaco di Salemi a pochi giorni dalla messa in onda de 'Il mio canto libero' avrebbe ricevuto delle note dall'alto per modificare alcuni dettagli della sua trasmissione.

La prima richiesta è stata il cambiamento del titolo, che poteva creare una causa giudiziaria con la famiglia di Lucio Battisti, utilizzando la sua canzone, cambiamento che avrebbero fatto slittare il programma di una settimana, a cui si era aggiunta la anche la richiesta di una messa in onda registrata e non in diretta. Infine, un altro cambiamento voluto dalla Lei è quello sull'argomento della prima puntata, troppo forte da non creare polemiche, ovvero il conduttore avrebbe voluto parlare di Dio.

Sgarbi ha subito replicato a queste esigenze con una lettera alla Lei: 'Io non ho niente da rimproverarmi. Il mio comportamento è stato correttissimo e trasparente. Il tuo, nelle ultime rivelazioni, si è mostrato singolarmente estraneo alla logica aziendale e alla necessaria continuità amministrativa di chi da mesi è informata di un processo iniziato circa sei mesi fa con passaggi difficili e mia totale disponibilità alle richieste della Rai nella persona del tuo predecessore'.

Per poi aggiungere che una trasmissione registrata è sinonimo di boicottaggio. A poche ore dalla messa in onda, però, pare si sia trovato un accordo e questo fa pensare ad una strategia di marketing per attirare l'attenzione sul programma che si chiamerà 'Ora ci tocca anche Sgarbi', non si sa se in diretta o registrato, ma il primo argomento trattato sarà 'il padre'.

 (foto © LaPresse)

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016