Excite

Pippo Baudo contro la Rai ingrata

Pippo Baudo torna in prima serata con Novecento, il programma che racconta l'Italia attraverso la storia dei personaggi più rappresentativi del paese. Alle 21:00 su Raitre si parlerà della famiglia Agnelli e non mancherà un omaggio a Lelio Luttazzi, scomparso qualche mese fa.

Baudo ha presentato la sua trasmissione durante una conferenza stampa in cui ha sfogato tutta la sua rabbia contro la Rai, che non rispetta la sua professionalità e non apprezza il lavoro di uno delle colonne portanti dell'azienda. Pippo ha ammesso con delusione: 'Ciò che mi ha fatto più soffrire è stata la dimenticanza espressa dalla Rai nei miei confronti. La dimenticanza è ingiusta, disonorevole e cattiva. Sono contento di aver firmato il contratto con Rai 3, nonostante abbia trascorso un periodo terribile, con la sensazione di essere stato fatto fuori dall'azienda. Pensavo di aver chiuso per sempre con la tv'.

La pensione anticipata ha terrorizzato il conduttore che al consigliere Rai, Nino Rizzo Nervo, presente alla conferenza, ha confessato la sua amarezza: 'Sono rimasto molto male, nessuno di voi consiglieri ha sprecato una parola per me. Ho lavorato 51 anni per questa azienda e vi assicuro che questi arazzi sono anche un po' miei. Non si fa così consigliere, è disumano trattare cosi chi ha ancora delle potenzialità creative!'.

Insomma, niente spazio ai giovani, Pippo rivendica il suo posto e se la prende un po' con tutti, dai talent show, di cui è il vero inventore, ai bambini che cantano in prima serata e si è scagliato anche contro i suoi colleghi che percepiscono stipendi milionari. La sua protesta, però ha avuto un buon risultato, poiché, oltre a presentare Novecento, condurrà un programma con Bruno Vespa in prima serata su Raiuno, per le celebrazioni dei 150 anni dell'Unità d'Italia.

 (foto © LaPresse)

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016