Excite

Quinta Colonna, l'inviato Fulvio Benelli licenziato da Mediaset dopo i falsi servizi smascherati da Striscia la notizia

  • Video Mediaset

Claudio Brachino, direttore di Videonews, e il direttore del Tg4 Mario Giordano hanno annunciato l'interruzione di ogni rapporto professionale con il giornalista Fulvio Benelli e Mediaset in un comunicato si dice pronta a valutare opportune iniziative legali nei confronti dell'inviato di Quinta Colonna. Solo ieri sera Striscia la notizia aveva smascherato due servizi falsi andati in onda in prima serata il 27 aprile e a Dalla vostra parte il 3 aprile su Rete 4.

Moreno Morello aveva intervistato un rom usato per entrambi i filmati, in uno raccontava come vendeva macchine rubate e come truffava gli italiani mentre nell'altro vestiva i panni di un islamico molto estremista con frasi tipo: "Sono d'accordo se fanno lo sterminio, non me ne frega un ca**o". Tutto ovviamente dietro compenso per un totale di 320 euro. Mediaset ha annunciato quindi la scelta di licenziare l'inviato attraverso un comunicato.

Quinta Colonna, lo sfogatoio di successo tra populismi e pericoli. Del Debbio Robin Hood berlusconiano

"Con questi servizi Benelli ha ingannato la buona fede delle nostre testate, rischiando di recare un grave danno al lavoro sempre corretto e professionale della redazione e dei colleghi. La nostra credibilità nell’approfondire fatti e notizie è nota al pubblico, che non a caso sta attribuendo grande successo a entrambi i programmi. E per fortuna esistonogli anticorpi per individuare ed espellere chi, a questa credibilità, attenta in qualsiasi modo" fanno sapere da Cologno Monzese. Per Videonews si tratta sicuramente di un duro colpo arrivato pochi giorni dopo accuse simili nei confronti di Mattino 5 da parte di Servizio Pubblico e il nuovo attacco dell'Ordine dei Giornalisti nei confronti di Barbara D'Urso.

Quinta Colonna, due servizi falsi e 300 euro a un rom per mentire

Paolo Del Debbio, conduttore di Quinta Colonna, ha così commentato: "Siamo sempre stati chiari e onesti con i nostri telespettatori e continueremo ad esserlo. Perché vogliamo stare in mezzo alla gente, vogliamo raccontare i problemi del Paese con impegno e serietà, come abbiamo sempre fatto, senza lasciare spazio alcuno a chi tradisce la fiducia nostra e quella del pubblico". E' giusto che a pagare sia solo l'inviato Benelli?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017