Excite

Quiz e giochi, il lavoro di una famiglia di Canicattì

Vivere giocando: potrebbe essere questa la frase giusta per raccontare il mestiere di Carmela Giardina e delle sue tre figlie, Eleonora, Elisabetta e Giovanna che hanno deciso di dedicarsi anima e corpo a quiz e giochi a premi di tutti i tipi.

Carmela e le figlie vivono a Canicattì ma sono in contatto con tutto il mondo grazie alla passione per i giochi al punto tale che ormai sono diventate delle vere e proprie esperte in materia: tra di loro una ha il compito di partecipare ai quiz telefonici, un'altra scova le migliori opportunità su Internet, un'altra ancora monitora i supermercati alla ricerca dei prodotti da acquistare su larga scala per aumentare le proprie opportunità di vincere.

"Tutto è cominciato seguendo i programmi su Raidue del regista agrigentino Michele Guardì", dice Carmela.

"All'inizio non credevo si potesse vincere, ma ho dovuto ricredermi. Vedevo alla tv la gente che telefonava da casa per partecipare ai giochi. E una volta ho voluto provare anche io. Ricordo che si trattava del programma Mattina in famiglia: al gioco del topo sono riuscita a vincere una radiosveglia, un orologio d'argento, un sacchetto di monete d'oro e un anello con pietre preziose. Poi, quando il corriere mi ha recapitato il pacco con i regali, ho deciso non solo che avrei continuato ma che avrei coinvolto anche le mie figlie".

La premiata ditta Giardina ha vinto di tutto nel corso degli anni: viaggi, frigoriferi, computer, lavastoviglie, macchine fotografiche, navigatori satellitari, ma anche moto, auto e persino barche.

E se la passione è diventata lavoro per questa famiglia agrigentina c'è anche chi, nel mondo dello spettacolo, ammonisce comportamenti di questo tipo e anzi invita alla moderazione.

E' Gerry Scotti che dice, sorriso sulle labbra, "che ci siano professionisti di quiz lo sappiamo. E' un modo concreto di sbarcare il lunario e mantenersi bene. Mi congratulo con la famiglia di Canicattì ma non sono loro i nostri concorrenti ideali. Al mio quiz non interessano i concorrenti professionisti, non fanno avere emozioni. Nell'input che diamo ai nostri autori e procacciatori di concorrenti c'è proprio quello di evitare i professionisti. Vanno bene per vincere qua e là varie cifrette al telefono nei vari concorsi tv, radiofonici, su internet. Non vivono di quiz con la Q maiuscola".

"A quelli che partecipano al Milionario", conclude Scotti, "facciamo firmare una dichiarazione in cui garantiscono che da un anno non hanno partecipato al nostro quiz e da due anni a quelli della concorrenza, in cui ci sono anche le reti satellitari. Non so se questa famiglia di Canicattì è venuta da noi. Può darsi, ma se hanno rispettato le regole prima che tornino ci vorranno degli anni. Con noi sarebbero morti di fame".

Per ora comunque la famiglia Giardina si gode il successo e i premi e le tre figlie, Eleonora, Elisabetta e Giovanna Giardina preparano le valigie pronte per sbarcare in Tennessee, negli Usa, dopo aver vinto anche un concorso indetto da una famosa marca di whisky.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017