Excite

Rai 60 anni, Fiorello a gamba tesa contro Vespa: "Nessuna citazione su quello che ho fatto in Rai ma quando finiva il mio show facevi lo specialone"

  • Rai

di Giovanni Mercadante

Non tende a placarsi la polemica contro Bruno Vespa e lo Speciale Porta a Porta dedicato ai 60 anni della Rai. Il “vespone”, infatti, nei giorni scorsi è stato attaccato duramente da Pippo Baudo che lo ha accusato di essersi vendicato (dopo il litigio avvenuto tra i due nel 2011 durante lo show Centocinquanta), non invitandolo alla trasmissione.

Baudo-Vespa, lite per i 60 anni Rai. Il giornalista: "Sputò a Donat Cattin", la replica: "La Rai non è tua"

Ad entrare a gamba tesa nella polemica, adesso, ci si è messo anche Fiorello che nella puntata di ieri della sua @edicolafiore ha scherzato sulla vicenda non risparmiando però una frecciatina al giornalista: “Devo dire che al compleanno Rai mancavo pure io, ma io non sono nessuno…non sono stato citato ecchissenefrega. Ma Baudo?”.

Lite Baudo-Vespa: guarda il video

Il malcontento di Fiorello però si è poi spostato su Twitter dove, rivolgendosi direttamente a Vespa, ha scritto: “E vabbè! Vespuccio del mio cuore, non hai detto una m***hia di niente su quello che ho fatto in Rai! E qualcosa ho fatto!”. Poi, sottolineando come Porta a Porta abbia sfruttato il successo de “Il più grande spettacolo dopo il week-end” per fare ascolti, ha continuato: “Ma come, quando finiva Il più grande spettacolo dopo il weekend, tu facevi lo specialone, ti sperticavi in complimenti e poi neanche lo straccio di una citazioncina?”.

E sulla questione “sputo di Baudo a Donat-Cattin” causa del mancato invito di Baudo a Porta a Porta, lo showman si schiera dalla parte di “Pippeto” nazionale: "Ancora la storia dello sputo? Quella è una cosa personale sua, che chiarirà con il diretto interessato.” Infine l’invito alla tregua: “Vieni in edicola! A patto che venga anche Pippetto però. Risolviamo una volta per tutte. O vi menate o fate pace. Saluti, il tuo ex-ragazzo Fiore”.

Dal diretto interessato nessuna risposta, sui litigi era intervenuto pochi giorni fa il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone che aveva twittato: “Sbagliato litigare per una presenza o un’assenza in un programma. Per tutto l’anno in tutti i programmi si festeggeranno i 60 anni Rai.”. Probabile quindi che ci sia ancora occasione per celebrare le gesta di chi la storia della tv l’ha fatta ma permettetecelo: celebrare la Rai e non invitare Pippo Baudo è come andare all’Oktoberfest e non trovarci la birra.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017