Excite

Rai, il caso degli stipendi esagerati

Non solo Sanremo.
Il problema del tetto agli stipendi in Rai imposto dall'ultima Finanziaria continua a tenere banco anche dopo il Festival.
A far presente il problema è il dg della Rai Claudio Cappon: "Se la Rai dovesse applicare i limiti ai compensi imposti dalla finanziaria alle società pubbliche, sarebbero fra i 40 e i 50 i Big della tv che non potrebbero più lavorare con noi".

Il nodo dei compensi ai collaboratori Rai sollevato da Romano Prodi a proposito di Sanremo ("Sono assolutamente contrario a questi ingaggi folli") turba i sonni del direttore che fa anche alcuni nomi: "Al momento i big che superano il tetto sono molti. Mi riferisco a conduttori come Pippo Baudo, Piero Angela, Bruno Vespa, Enzo Biagi, Carlo Conti, e Simona Ventura, ma anche autori e registi".

Quanto al caso dei compensi sanremesi, Cappon ha spiegato che per il Festival in realtà "il problema riguardava solo il compenso per un ospite internazionale" mentre era fuori dalla vicenda il cachet di Pippo Baudo che aveva un contratto precedente alla Finanziaria 2007 e quello di Michelle Hunziker che "rientrava nel contratto di fornitura da parte del gruppo Ballandi", comprendeva due balletti, un coreografo, le spese di soggiorno e il compenso della star.

Il problema per Cappon, è come applicare questa norma all’attività della Rai. "Nel nostro caso - sottolinea - non si arriverebbe ad una riduzione dei compensi a questi personaggi ma piuttosto si verificherebbe una limitazione dell’attività della società Rai".

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017