Excite

Rai Way, a Mediaset il monopolio delle antenne? Scoppia la polemica: "Un regalo a Berlusconi"

  • Twitter @FinanciaLounge

Non sono bastate le precisazioni del governo in merito alla prospettiva di cessione delle torri di Rai Way al polo televisivo di Mediaset, per placare le polemiche scoppiate a mezzo stampa e nei palazzi della politica dopo la notizia dell’Opa del Biscione sulle antenne della tv di Stato.

Opa Mediaset su Rai Way, oltre 1 miliardo sul piatto per le antenne della tv pubblica

Le premesse per una simile operazione, che potrebbe portare in tempi assai brevi alla formazione di un colosso privato titolare di un monopolio senza precedenti nell’editoria nazionale, secondo i più critici erano già chiare 5 mesi fa, quando era arrivato da Viale Mazzini su input dell’esecutivo l’ok alla quotazione in Borsa della società a maggioranza pubblica.

Era stato l’attuale presidente della Commissione parlamentare di Vigilanza Roberto Fico, esponente di punta del Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo, a paventare espressamente il rischio di uno scambio di favori tra Matteo Renzi e il tycoon di Arcore leader di Forza Italia.

Al centro dei sospetti, una possibile clausola nascosta nel "Patto del Nazareno" per consentire a Mediaset di mettere le mani sull’inestimabile patrimonio di Rai Way grazie alle “praterie” aperte con la collocazione sul mercato delle infrastrutture della televisione statale.

(Ei Towers offre 1,22 miliardi di euro per acquisire le infrastrutture di Rai Way: video)

Anche Il Fatto Quotidiano, in netto anticipo rispetto agli altri organi d’informazione, aveva suonato il campanello d’allarme sull’ennesimo regalo all’ex Cavaliere da parte del governo e nemmeno la promessa di “mantenere il 51% in mano pubblica” (come del resto stabilito dal decreto del 2 settembre 2014) ribadita ieri da premier e ministri sembra in grado di smentire le voci di inciucio alimentate da giornalisti e politici dell’opposizione in queste ore.

Fiducioso sull’esito dell’Opa lanciata ufficialmente da Ei Towers è invece Fedele Confalonieri, storico dirigente del gruppo Mediaset impegnato da tempo nel rilancio, insieme agli altri dirigenti di Cologno Monzese, dell’azienda controllata dalla famiglia Berlusconi.

Se tutto andasse come auspicato dai vertici del gruppo editoriale promotore dell’offerta, il tema del conflitto d’interessi di uno dei principali protagonisti della politica italiana tornerà ad imporsi sulla scena pubblica, con conseguenze non proprio indolori sugli equilibri interni alla maggioranza di governo.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017