Excite

Reputescion, Maccio Capatonda webstar promossa. Scanzi: "Oscar Carogna sembra Salvo Sottile"

  • Youtube

Questa stagione televisiva ha risvegliato la seconda serata, soprattutto quella del lunedì. Allo spettatore più incallito tocca farsi in quattro, ieri sera per esempio erano in onda contemporaneamente le quattro rivelazioni di questa stagione. Andrea Scanzi intervistava Maccio Capatonda su La3 e intanto su Mtv Pif raccontava i corsi motivazionali e di autostima mentre Neri Marcorè portava a termine una puntata del suo Neripoppins. Ai quattro va sicuramente aggiunto Gazebo di Diego "Zoro" Bianchi in onda però la domenica sera.

Andrea Scanzi "scazza" con Sabina Guzzanti. La comica twitta: "Nauseabondo narciso". Poi ci repensa. Leggi la news

Maccio Capatonda, al secolo Marcello Macchia, è amatissimo per i suoi video ai tempi di Mai dire ma anche per Mario-Una serie di Maccio Capatonda da poco conclusasi su Mtv. Il nonsense di Maccio si è incontrato con Andrea Scanzi, giornalista del Fatto Quotidiano e spesso in tv nelle vesti di “grillologo”. Scanzi si sta rivelando una vera e propria rivelazione televisiva, ficcante e capace ha messo a suo agio il suo ospite più della radical chic Bignardi. Per Capatonda è arrivato un bel 4,07 su 5 nel reputometro di Reputescion e ne è venuta fuori una chiacchierata piacevole (Scanzi ha studiato Maccio sicuramente di più della Bignardi).

Come per ogni webstar che si rispetti anche per Capatonda sono arrivate le critiche di Pino Scotto. Da soli due mesi ha un canale su Youtube che non esisteva ancora quando ha cominciato e non mancano i ringraziamenti alla Gialappa’s: “La Gialappa’s è stata decisiva, Il primo video in onda in tv è stato con loro. Loro mi hanno chiamato tramite un’amica in comune, poi ho iniziato a fare i video con loro. Prima avevo fatto dei video in una piccola trasmissione su TeleA, non li ha visti nessuno tranne la gialappa’s. Non mi ha mai dato fastidio il loro commento, anche perché i primi video che facevo erano finti reality, neanche trailer. Avevano un po’ di tempi morti. Poi sui trailer in effetti il montaggio era molto serrato, però secondo me la gialappa’s ci stava da Dio, spiegava delle battute non immediate. Serviva il passaggio televisivo”.

Capatonda si è detto molto soddisfatto della serie Mario considerandola giustamente una sfida vinta. Scanzi, giusto per farsi altri nemici, a proposito di Mario ha dichiatato: “Il telegiornale come soap opera contemporanea. La cosa buffa è che ti sei reso conto che più esageravi, più ti sembrava di prendere in giro Studio Aperto. Oscar Carogna sembra Salvo Sottile. Lo ha detto lui, eh.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018