Excite

Roberta Bruzzone: "Virginia Raffaele? Parodia sessista". Attacca Maria De Filippi: "Bloccò sua imitazione". Querela anche per la conduttrice?

  • Facebook

Non si ferma Roberta Bruzzone ma va avanti per la strada scegliendo di querelare Virginia Raffaele per l'imitazione andata in onda nella quinta puntata di Amici 14. Tra le risate sul web per la scelta e tweet, lei tira dritto. Già qualche giorno fa intervistata dai colleghi di FanPage aveva parlato di una "becera e volgare sessualizzazione della mia persona". Ora parla nuovamente e lo fa in un'intervista su Periscope, poi caricata su Youtube, al giornalista di Panorama Carmelo Abbate e i toni non cambiano anzi si inaspriscono.

"Mi hanno invitato a farmi una risata ma le risate facciamocele con le giuste cose, non con le offese di tipo sessista" dice la criminologa che cerca di spiegare che il motivo della sua rabbia non sarebbe l'imitazione in generale ma le presunte allusioni sessuali: "L'imitazione mi ha fatto incazzare non per la parodia perché i più grandi personaggi famosi vengono parodiati, ci mancherebbe altro. Non è certo un problema la parodia, anzi da certi punti di vista è lusinghiero che questo possa succedere. L'elemento che mi ha molto disturbato e che probabilmente molti non hanno colto subito è il continuo, reiterato, becero riferimento a abitudini sessuali, a contenuti sessuali, a una sessualizzazione caricaturale che non mi appartiene."

Amici 14, Virginia Raffaele e l'imitazione che ha fatto arrabbiare Roberta Bruzzone(VIDEO)

Dall'esterno è sembrata solo una imitazione simpatica e non allusiva della brava Raffaele ma a farla arrabbiare di più "è il fatto che la Raffaele in maniera sistematica mi attribuisce condotte assolutamente infamanti, in particolare quella di aver ottenuto successo professionale non per meriti e fatica di tanti anni passati sulla scena del crimine a favore delle vittime e vicina a situazioni davvero difficilissime ma perché ho elargito favori sessuali a destra e a manca. Siccome così non è e siccome ritengo che questa tipologia di contenuti sia ben oltre il diritto di satira ho deciso di prendere posizione e di farlo per le vie legali".

Il bersaglio ora però non è solo la Raffaele ma si sposta sulla conduttrice che a suo dire avrebbe in passato bloccato una sua imitazione: "La signora De Filippi, quando venne parodiata in un noto programma televisivo, ne ebbe piuttosto a male e impose immediatamente la fine della sua parodia. C'è anche un riscontro a livello giornalistico di questo". Il riferimento dovrebbe essere ad alcuni voci che nel 1997 sosteneva che la De Filippi non aveva apprezzato e chiesto di bloccare l'imitazione di Valentina Persia nello show Sotto a chi tocca. In conclusione assicura: "Ovviamente non riguarderà solo la signora Raffaele la mia azione". Querela anche per Maria De Filippi?

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017