Excite

Roma Fiction Fest 2013, Thomas Sadoski presenta "The Newsroom" su Rai 3 dal 17 Ottobre

  • Roma Fiction Fest

di Giovanni Mercadante

Presentata questa mattina in conferenza stampa al Roma Fiction Fest 2013, che noi di Excite stiamo seguendo, The Newsroom, la serie evento degli Stati Uniti trasmessa dal canale HBO lo stesso network di Games Of Thrones al quale è subentrato nell'estate 2012 nella stessa fascia oraria ottenendo ottimi risultati di critica e pubblico, da cofermarlo per una seconda (appena conclusasi in America) e terza stagione.

Roma Fiction Fest 2013, Devious Maids: l'erede di "Desperated Hosewives" prodotto da Eva Longoria dal 9 Ottobre su Fox Life

Creata da Aaron Sorkin (premio Oscar 2012 per The Social Network), The Newsroom racconta le vicende di una redazione giornalistica dell'emittente statunitense (fittizia) ACN - Atlantic Cable News e del suo leader, l'anchorman Will McAvoy, interpretato da Jeff Daniels,cinico repubblicano che grazie alla sua nuova producer ed ex fiamma Mackenzie (Emily Mortimer) idealista e nostalgica di un'informazione libera e fedele nel riportare i fatti, ritroverà la voglia di fare giornalismo. "L'america può essere migliore solo con una informazione migliore".

Roma Fiction Fest 2013, le Anteprime Italiane: "Altri Tempi" e "L'Assalto"

Alla conferenza stampa di presentazione quest'oggi era presente Thomas Sadoski, che nella serie veste i panni di Don, ex produttore esecutivo delle night news. "Noi speriamo che quello che facciamo possa contribuire a cambiare la percezione di come la gente vede le cose -ha dichiarato l'attore- ma non dimentichiamoci che l'obiettivo principale di una serie tv è intrattenere e divertire. " Sadoski ha poi tenuto a sottolineare l'orgoglio di lavorare con uno sceneggiatore come Sorkin, che è anche un grande scrittore di teatro, dicendo che tutto quello che viene recitato è fedele alla sceneggiatura e che non viene stravolta neanche una parola. Questo perchè il cast è formato da attori teatrali che, diversamente dagli attori cinematografici o televisivi, hanno un "profondo rispetto del testo scritto".

The Newsroom andrà in onda su Rai 3 a partire da giovedi 17 Ottobre (dal 24 gli verrà affiancata un'altra serie di culto negli Usa "Scandal") e per questo era presente anche il direttore della terza rete pubblica Andrea Vianello che sulle difficoltà di collocamento che hanno i serial su una rete generalista si è detto ottimista e "coraggioso" sul mantenimento della messa in onda:

"Noi ci proviamo. Se non proviamo a metterci un po' di coraggio nel sostenere dei prodotti di cosi alta qualità, non possiamo poi lamentarci che la tv generalista italiana sia un po' indietro su questi linguaggi. Chiaramente questo comporta un rischio a livello di ascolto ma lo affrontiamo con grande entusiamo programmandolo in prime-time. Abbiamo deciso di prendere The Newsroom in esclusiva (senza che quindi prima passasse dalle pay tv) e crediamo che sia adatto a Rai 3 perchè è una serie molto omogenea e molto armonica con quella che è la linea editoriale della rete."

Nonostante gli ottimi ascolti ottenuti in America, per Sadoski l'indice di successo della serie è stato quello di riuscire a creare un dibattito ("Tutti ne parlavano") e si è detto felice che la serie venga trasmessa su Rai3 perchè riconosce la difficoltà di un prodotto come questo, programmato in una rete generalista. Vianello ha poi aggiunto che spera che tra il pubblico di The Newsroom ci siano molti suoi colleghi: "Quello che ci insegna questa serie è come possiamo diventare migliori sia come cittadini che come giornalisti, -ha affermato il direttore di Rai 3- facendoci riscoprire i sacri colori della gioventù che con il passare del tempo abbiamo perso."

Punto di forza della serie sarà la connessione tra le vicende fittizie della redazione giornalistica di Newsnight e gli avvenimenti reali accaduti negli Stati Uniti e nel mondo intero. Tra i casi che verranno trattati nelle prime dieci puntate della prima stagione troveremo infatti il disastro ambientale del Golfo Persico, la tragedia nucleare del reattore di Fukushima e le rivolte giovanili del Nord Africa nonché il riferimento continuo alla crisi economica.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2022