Excite

Ruini: "La Littizzetto mi ha fatto pubblicità gratuita"

Nei suoi irriverenti interventi gli si rivolge spesso con l'appellattivo di "eminems", solleticandolo "Perchè non s'iscrive al Codacons? Così fanno un organismo unico per intervenire su qualsiasi cosa...", non perdendo mai occasione per scaricargli contro sferzanti battutine "Lei ha agganci molto in alto, facciamo una joint-venture". Ieri però, per Luciana Littizzetto, è arrivato il perdono da parte di Camillo Ruini. L'ex presidente della Conferenza Episcopale Italiana, in visita a Mediaset, ha ammesso "Non sono mai riuscito a vederla: sono abitudinario e a quell'ora sono in camera a leggere i giornali. Ma mai l'avrei censurata: oltretutto sarebbe stato controproducente. E poi le sono grato, mi ha fatto tanta pubblicità gratuita".

Ruini parla anche di televisione, dicendosi…"abbastanza fidelizzato al Tg5 della sera, penso che anche la televisione commerciale, che deve essere, come è, altamente professionale, può tenere conto delle parole dell'apostolo Paolo: l'impegno a valorizzare ciò che di buono e positivo c'è nell'uomo. Senza per questo rinunciare all'ascolto e anche ai margini di profitto, pensando però che quelli non sono gli unici criteri". Qualche parola spesa anche per Sat2000, la tv della Cei…"Non voglio far paragoni, ma è grande parecchio. Ora aspettiamo di andare sul digitale terrestre. Sul decoder saremo il tasto subito dopo i canali Rai". Ha detto il Cardinale, mentre intorno a lui scodinzolava un raggiante Carlo Rossella. Alle accuse dell'Osservatore Romano, La Littizzetto risponde come sa fare meglio, in diretta a "Che tempo che fa". Ecco il video:

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017