Excite

Sabrina Ferilli contro la Rai: "Un milione di volte meglio Mediaset"

  • GettyImages

"Hanno le idee confuse in questa Rai. Per quello ho smesso di lavorare con loro. Un milione di volte meglio Mediaset, almeno sappiamo cosa vogliono". Sabrina Ferilli non le manda a dire, neppure ai vertici di Viale Mazzini. In un recente contributo a sua firma, pubblicato sulle colonne de Il Fatto Quotidiano, l'attrice premio Oscar ha detto la sua sulla tv moderna, mettendo in luce le criticità della "nuova Rai".

La Ferilli ha poi aggiunto: " A me la Rai di Sabina Guzzanti, Serena Dandini, ma anche quella che per un periodo hanno fatto Michele Santoro o Mara Venier, piaceva. Vinceva dal punto di vista degli ascolti, riusciva a trasmettere contenuti culturali". Non parla dunque di preistoria quanto piuttosto di un recente passato che ha fatto la gloria di Viale Mazzini. Il contributo dell'attrice romana si inserisce in una serie di "interviste" rilasciate da alcuni degli addetti ai lavori più illustri. Da Gigi Proietti, a Bibi Ballandi fino a Sabrina Ferilli appunto, ciascuno ha espresso il suo desiderio per avere un servizio pubblico migliore. La più dura è stata proprio la Ferilli che ha aggiunto ancora: "Io parlo da fuoriuscita involontaria: sono loro che mi hanno fatta uscire. A quel punto vado a teatro, produco il mio spettacolo, me lo interpreto e faccio il tutto esaurito. Probabilmente è l’azienda che sbaglia qualcosa, non io".

Sabrina Ferilli a "Che tempo che fa": il video

Conclude Sabrina: " Quindi se mi chiedete la Rai che vorrei è questa, quella che la lottizzazione ha massacrato, libera e che faceva il massimo degli ascolti. Oggi ruota tutto attorno a due o tre personaggi, si accontentano del minimo che non disturba nessuno. Non è la strada". L'auspicio è quella di una tv di Stato più meritocratica e moderna. Che sappia valorizzare i suoi talenti, offrire una tv di qualità ottimizzando i costi. E chissà che non sia questa la volta buona ...

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017