Excite

Sandra Mondaini e Raimondo Vianello su Rete 4 di nuovo insieme per un giorno

  • Facebook

di Antonella Luppoli

Sono passati cinque anni da quel fatidico 21 settembre quando la notizia della morte di Sandra Mondaini ha intristito l'Italia. Solo sei mesi prima lo star system dello stivale aveva perso un altro pezzo da novanta, Raimondo Vianello, e in quel giorno qualunque di marzo il cuore di Sandra si era fermato. Il paradosso è assoluto perché Sandra e Raimondo sono stati compagni di risate di tutti gli italiani che con loro hanno imparato a conoscersi, a confrontarsi, a viversi. Per un giorno, anzi per qualche ora, Rete 4 rende omaggio alla meravigliosa coppia con uno speciale che ripercorre la loro vita artistica e personale. Perché l'amore profondo e controverso dei due grandi attori non si è confinato alla sfera privata ma è arrivato anche nella sfera pubblica, spesso sconfinandola.

Cavalcando l'onda degli stereotipi della società del Bel Paese, Sandra e Raimondo infatti hanno incarnato il ruolo di amici, genitori e (per noi giovani) nonni che ognuno avrebbe voluto avere. In Sandra si riconoscevano tutte le donne italiane alle prese con mariti distratti dall'accattivante universo femminile e dal calcio. Raimondo era invece il mito di tutti i maschietti di casa nostra, con la Gazzetta dello Sport in mano e gli occhi girati verso la biondina di turno che gli sfilava davanti agli occhi. In quegli anni, la televisione era di compagnia e i volti che gravitavano intorno al piccolo schermo erano umanamente mitizzati. Il pubblico infatti li ha sempre trattati come fossero due di famiglia e loro, senza figli e legati da un immenso amore, hanno ripagato i loro fan con grande sincerità e autenticità. La forza del loro successo è probabile sia stata proprio la genuinità con cui si approcciavano all'arte, la trasparenza (non per forza bonaria) con cui trattavano colleghi e gente comune. Un solo rimpianto, quello di non aver avuto dei figli. Sbirulino (il personaggio più noto di quelli interpretati da Sandra) potrebbe essere stato un modo per colmare proprio quellamancanza, quella voglia di infanzia che in qualche modo sono riusciti a colmare includendo nella loro famiglia anagrafica la coppia di filippini che è stata al loro fianco per moltissimi anni.

Nel corso dello speciale televisivo che le rete diretta da Sebastiano Lombardi ha voluto dedicargli tanti sono i racconti dei volti storici di Mediaset che hanno avuto la fortuna di incrociare il loro percorso con quello della coppia Mondaini-Vianello. Le parole spese dai colleghi non sembrano semplici frasi di circostanza, per alcuni Sandra e Raimondo sono stati maestri, per altri idoli, per altri ancora fonte inesauribile di forza e stimolo, non solo dal punto di vista professionale. Il contributo migliore - a parte la sit come "Casa Vianello", la più longeva della tv italiana - è infatti quello umano, personale. L'idea che a un certo punto la coppia abbia accettato di accendere i riflettori sulla loro quotidianità rende l'idea... senza segreti e con totale devozione nei confronti del loro mestiere e di chi stava a casa a guardarli, hanno scelto di condividere tutto quello che potevano condividere.

Un amore che va oltre la tv

Tutto era iniziato nel corso di un pranzo in una trattoria con l'amico Gino Bramieri. In quell'occasione Raimondo aveva dichiarato il suo amore a Sandrina. Entrambi lasciarono i rispettivi fidanzati e divennero una coppia. Tre anni di fidanzamento ma la proposta di matrimonio sembrava non voler arrivare mai. Sandra scappa a Milano dalla madre e Raimondo per paura di perderla le chiede di sposarlo. Il 28 maggio del 1962, si celebrano le nozze a Roma: Ugo Tognazzi è il testimone e Maurizio Costanzo fa da cronista all'evento. Quello che venuto dopo lo sappiamo tutti, è storia della televisione. Non solo, è storia dell'Italia. Nel 2009, l'ultima apparizione in tv, Sandra e Raimondo sono fragili nel fisico ma non nell'ironia. Quella magia che li aveva uniti per anni non si è arrestata neppure con l'andare degli anni. Siamo certi neppure con la morte.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017