Excite

Sanremo a lume di Candela: l'inizio dell'era Contiana, Maya supertrash e il "duello" di Chanty

Il Festival di Sanremo è iniziato ed è iniziata anche l’era Contiana perché ieri erano quasi 12 milioni e quasi il 50% di share. Ora che piaccia o meno il conduttore toscano, già affetto dalla sindrome del presenzialismo, pretenderà di farne almeno quarantasette di seguito. E dalle dieci e qualche minuto qui tutti tirano un sospiro di sollievo, dai dirigenti agli autori, dal direttore al conduttore. Ferro fa lo show e in sala stampa cantono tutti, Albano e Romina salgono sul palco e tutti lì incollati, le “vallette” si vedono poco anche se si parla del reggiseno di Arisa, Siani (che solitamente mi piace) delude però fornisce l’unica (pseudo)polemica sul bambino con qualche chilo in più.

Per compensare la presenza di Conchita Wurst e Platinette arriva la famiglia che fa figli come conigli. Pagnussat fa sempre la stessa inquadratura e si dimentica la platea. Tutti contenti, più rilassati e guai a criticare perché altrimenti sei rosicone e gufo. Si perché qualcuno pensa davvero che se un programma fa ascolti non può essere criticato, ma questo è un altro discorso. Conti fa Conti e il ritmo è buono anche se non si sente l’evento. Questo, in parte, lo sappiamo, lì che succede? Ad esempio Veronica Maya è presente al Palafiori per Agon Channel con un DopoFestival supertrash, roba che Teleagrigento a confronto farebbe un figurone.

Sanremo 2015, buona la prima. Peccato per Siani

In conferenza stampa un giornalista chiede a Chanty con chi vorrebbe fare un duello? Non proponeva una gara di Wrestling ma intendeva un duetto. La professionalità. Si sprecano le battute sui cognomi dello scenografo Riccardo Bocchini e su quello dell’ufficio stampa Anna Pompa, io giuro che mi astengo. Si fanno chilometri perché le interviste singole sono quasi sempre in albergo e ti capita di averle a poco tempo di distanza in parti opposte della città. Ma è meglio così almeno smaltisco le panne cotte dell’altro giorno. Non provate a chiedere interviste singole ad Anna Tatangelo e Biggio e Mandelli perché loro no, non si concedono per interviste singole ma solo per le conferenze stampa. Commento? No, dai meglio di no.

Dear Jack ad Excite.it: "Non siamo i One direction italiani"

Ora passiamo alle cose fondamentali. La pasta al pesto è davvero buonissima e una domanda me la pongo da giorni: se Sanremo vive una settimana l’anno grazie al Festival perché alcuni bar e forni chiudono alle otto e mezzo di sera? Dite che sono andate fuori tema? Ok, torniamo alle cose serie. Alzo lo sguardo e ve lo dico: qui sono già tutti Contiani. Aiuto.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017