Excite

Simona Ventura assolta: non ha diffamato Emilio Fede

  • Infophoto

Continua il periodaccio per Emilio Fede, ormai è fortissimo il sospetto che abbia Saturno contro: prima ha perso la conduzione del tg4, che andava avanti da anni (e sembrano secoli); poi ha dovuto realizzare che la nuova guida fa registrare ottimi ascolti. Poi ancora ha visto eliminate tutte quelle amabili "creature" con cui corredava il prodotto in questione (leggi meteorine & c.).

Adesso, un'altra cattiva notizia: Simona Ventura, secondo quanto stabilito dalla legge, non l'ha diffamato.

Nel corso di un'intervista rilasciata al Corriere della Sera lo scorso 10 febbraio 2011, la conduttrice aveva parlato pubblicamente del presunto coinvolgimento di Fede nello scandaloso caso Ruby. Lui si era precipitato a quererarla per diffamazione ma ieri il gup di Milano, Maria Grazia Domanico, ha assolto la Ventura dopo che il pm di udienza, Silvia Perrucci, ne aveva chiesto il proscioglimento. Ma diamo un'occhiata alla ricostruzione fatta dal pm milanese Ferdinando Esposito, ovvero colui che ha chiesto il rinvio a giudizio: Super Simo avrebbe offeso "la reputazione" di Fede "attribuendogli fatti contrari al vero" fra cui "il potenziale pre-pensionamento" del giornalista deciso da Silvio Berlusconi "quale punizione per presunte ed inesistenti delusioni nei rapporti interpersonali intrattenuti".

La memoria difensiva depositata dai legali di Simona, Davide Steccanella e Alessandro Simeone, fa invece notare come la conduttrice, rispondendo alla domanda dell'intervistatore circa un "argomento in quei giorni di stretta attualità mediatico/giudiziaria", abbia risposto: "Non ci posso ancora credere (...) però visto che a giugno pare che Mediaset lo mandi in pensione forse è tutto vero. Se è vero comunque ha fatto una cosa gravissima". Rimanendo dunque a un livello ipotetico e utilizzando "un tono del tutto dubitativo sulla sussistenza del fatto contestato in quei giorni a Emilio Fede, limitandosi poi, e così come richiesto dall'intervistatore, a dare un proprio personale commento in caso di futuro (ed eventuale) accertamento di quel fatto".

La parentesi si è chiusa positivamente anche per il direttore del Corsera Ferruccio de Bortoli, che era stato accusato di "omesso controllo" dell'articolo in questione.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016