Excite

Sposati a prima vista, l'assurdo reality show per single: sconosciuti si incontrano all'altare per le nozze

È possibile sposare un emerito sconosciuto e vivere felici e contenti? Rispondere a questa domanda è lo scopo del nuovo reality shock, pardon, reality show che ha debuttato martedì 8 luglio sugli schermi statunitensi della FYI. Dimenticate le isole selvagge, la ricerca dell'amore su spiagge nudiste e perfino le partorienti abbandonate da sole nella natura, la nuova frontiera del reality si chiama Married at First Sight, laddove il titolo dice già tutto.

Sposati a prima vista è un format decisamente controverso, in cui sei single che hanno avuto difficoltà a trovare l'amore in modo convenzionale decidono di fare una scelta audace e rischiosa, ovvero sposare qualcuno che non hanno mai incontrato prima nella loro vita. Tre uomini e tre donne si sposano tra di loro pur non conoscendosi affatto, anzi, non essendosi mai visti prima. A qualcuno sembrerà assurdo, e certamente lo è, ma ai concorrenti dello show deve essere parsa l'unica strada (per quanto bizzarra) di accasarsi quando ormai avevano perso ogni speranza.

Dating Naked, il reality americano dove si cerca l'amore nudi. Tante polemiche ma il genere è un successo

Le coppie che convolano a nozze si incontrano faccia a faccia per la prima volta solo sull'altare, poco prima di diventare legalmente marito e moglie. L'intero periodo del corteggiamento e del fidanzamento semplicemente non esiste: si va dritto al sodo, ovvero davanti all'ufficiale civile che li unisce in matrimonio ai sensi della legge. Ogni episodio segue gli sposi durante la loro luna di miele ed altri momenti topici del loro matrimonio. E se qualcosa dovesse andare storto? Per fortuna la via di fuga esiste.

Dopo aver trascorso solo sei settimane insieme, i due sposi devono decidere il futuro del loro matrimonio: se vorranno restare ancora insieme ci sarà il lieto fine, viceversa sono autorizzati a divorziare. Il reality show ha seguito ciascuna coppia per sei mesi e ogni martedì va in onda la storia di una coppia dalla celebrazione delle nozze al periodo successivo, con la scelta di restare insieme o meno.

Nulla a che vedere con i precedenti reality che hanno a che fare con l'amore: esperimenti come Bachelor (che approdò anche in Italia con scarso successo un bel po' di anni fa) e Bachelorette sono sensibilmente diversi da Married at First Sight. Non esiste infatti alcuna fase di conoscenza tra i soggetti che andrannoa formare le tre coppie, messe insieme da un sessuologo, una spiritualista, uno psicologo, un antropologo e un sociologo. Anche membri della chiesa hanno lavorato insieme per creare tre coppie almeno sulla carta perfette, nella speranza che la loro unione funzioni, sulla base di quello che chiamano un "matchmaking scientifico". I concorrenti sono giovani, poco più che ventenni, eppure così delusi dai sentimenti da accettare di sposare una persona affidandosi soltanto ai calcoli di cosiddetti esperti.

Il risultato è un matrimonio combinato a tavolino come quelli presenti per secoli in molte culture e che ancora resistono in talune tradizioni dell'Africa o dell'Asia orientale, ma che ormai sono sempre meno diffuse: a quanto pare, però, c'è chi preferisce rinunciare alla libertà di scelta in nome di un esperimento che ti porta direttamente all'altare. A giudicare dai trailer diffusi online, non è certo tutto rose e fiori. Benché gli esperti che hanno abbinato le coppie giurino di aver fatto "un'analisi severa, senza cedere a tentazioni spettacolari" rispettando le esigenze di ciascuno e di aver trovato così "l'antidoto al caos del mondo dei single", la vera felicità di coppia è davvero tutt'altra cosa.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021