Excite

Squadra antimafia 4: debutto con colpi di scena

  • Facebook

Certo, non è il massimo trovarsi a debuttare dinanzi a un avversario come Miss Italia, ma Squadra Antimafia 4 se l'è cavata egregiamente: 5.021.000 telespettatori per uno share del 20,48% (mentre la kermesse in onda su Raiuno ha registrato uno share del 24,28%). Merito dell'affetto dei telespettatori e di una formula ormai più che collaudata, fatta di intrecci strategici, suspance, giusto equilibrio fra rosa e giallo, racconto abbastanza realistico di una questione delicata come la lotta alla criminalità organizzata.

Gli sceneggiatori non hanno perso tempo: dopo il faccia a faccia fra le due amate protagoniste Claudia Mares (Simona Cavallari) e Rosy Abate (Giulia Michelini), la vicenda è entrata nel vivo con il tentativo di cattura del boss Don Ninuzzo. L'azione si svolge su un treno, sul quale però viaggia anche un killer incaricato di ammazzare il boss. Ci riesce. Il poliziotto Serino (Francesco Mandelli) è il primo ad accorgersene e muore per proteggere il suo amico e collega Sandro Pietrangeli (Giordano De Plano). La scomparsa di Serino è davvero un brutto colpo per gli amati di questa fiction, bisogna dirlo.

Squadra Antimafia 4, le foto dei protagonisti

La Squadra Duomo, naturalmente, è assai colpita da questa perdita. E le cose si aggravano quando anche la Mares deve farsi relativamente da parte a causa del suo avanzato stato di gravidanza. Lei non vorrebbe. Trova conforto da Rosy, che si trova in carcere e con cui è riuscita a ricostruire un legame di amicizia; Claudia, da parte sua, vorrebbe che lei collaborasse con la giustizia in modo da uscire e riavere suo figlio Leonardo, ma pare sia irremovibile.

La Squadra Duomo inizia le indagini relative all'omicidio di Don Ninuzzo: chi è stato il mandante? L'ipotesi più probabile conduce ai fratelli Mezzanotte, che sono suoi parenti prossimi e sembrano intenzioni di "scalare" la Cupola. Qualche conto, però, non torna. Ed ecco che torna in scena il temibile De Silvia (Pierobon), ex agente dei servizi segreti corrotto e pluriomicida nonché ex complice di Rosy. Gli è stato diagnosticato un tumore al cervello e, a causa della sua asportazione, ha perso la memoria. Questa è una brutta notizia per gli inquirenti: significa che non sarà arrestato ma condotto in un manicomio criminale.

Rosy, intanto, scopre che il piccolo Leonardo ha un problema di salute. Necessita di un trapianto e lei è l'unica in grado di aiutarlo. Viene dunque trasportata in ospedale e lì incontra De Silva, che sta facendo la terapia. E' proprio lui a farle presente (ma non aveva perso la memoria?) che tutti gli omicidi hanno un filo conduttore: la famigerata Lista Greco, cioè l'elenco dei personaggi più potenti collusi con la mafia. I Mezzanotte vogliono trovarla, dunque le prossime vittime potrebbero essere proprio Rosy e lo stesso De Silva. I Mezzanotte fanno irruzione in ospedale e portano via Rosy...

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016