Excite

Striscia la Notizia contro il DDL anti-telecamere nascoste e intercettazioni

  • Striscia la Notizia - Ufficio Stampa
Sta facendo molto discutere il nuovo ddl che vieterebbe (totalmente o in parte) le registrazioni con telecamere nascoste o le intercettazioni audio. Fra le varie entità che potrebbero essere penalizzate da questa futura legge, ci sono senz'ombra di dubbio tutti quei programmi tv che fanno dell'indagine il loro cavallo di battaglia: Report, Le Iene ma anche Striscia la Notizia. A tal proposito, il programma di Antonio Ricci ha espresso la propria opinione sulla faccenda attraverso un lungo comunicato stampa. "Dobbiamo tener presente la sentenza (ottobre 2013) della Corte Europea per i diritti dell’uomo che ha deliberato proprio sulla trasmissione di una registrazione fuori onda dichiarando che da parte della Giustizia italiana vi è stata violazione dell’articolo 10 della Convenzione per la salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle libertà fondamentali” si legge nel comunicato.

La spiegazione di questo precendete continua: "Il procedimento giudiziario oggetto della sentenza era nato dalla messa in onda su Striscia la Notizia di due servizi su una lite fuori onda fra Busi e Vattimo nel dietro le quinte della trasmissione Rai L’altra edicola. Antonio Ricci si era appellato alla Corte per i diritti dell’uomo invocando la violazione dell’articolo 10 che recita: Ogni persona ha diritto alla libertà d’espressione. Tale diritto include la libertà d’opinione e la libertà di ricevere o di comunicare informazioni o idee senza che vi possa essere ingerenza da parte delle autorità pubbliche".

Lo staff di Striscia la Notizia cita (e quota) le parole dei giudici di Strasburgo: “La condanna di un giornalista per divulgazione di informazioni considerate riservate o segrete può dissuadere i professionisti dei media dall’informare il pubblico su questioni di interesse generale. In simili casi, la stampa potrebbe non essere più idonea a svolgere il suo ruolo indispensabile di cane da guardia e la sua attitudine a fornire informazioni precise e affidabili potrebbe essere affievolita”.

Striscia la Notizia: il Tapiro d'Oro consegnato a Flavio Insinna

C'è da dire che, stando alle ultime dichiarazioni dalla Camera, la situazione sembra essere meno tragica di quanto sia stata raccontata dai telegiornali: il ddl anti-telecamera nascosta dovrebbe prevedere sanzioni (come il carcere fino a 4 anni) solo per coloro che non sono giornalisti o che utilizzano tale materiale al solo scopo denigratorio.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017