Excite

Tale e Quale Show, alla "prova generale" vince Elena Di Cioccio tra il caso Fedez e un Proietti da rivedere

  • Twitter

E' tornato lo show del venerdì sera di Rai1, quello che mette paura a Gabriel Garko tanto da far scappare L'Onore e il rispetto, quello che ottiene grandi ascolti e che ha aperto le porte di Sanremo a Carlo Conti dopo tanti anni di attesa. La prima puntata della nuova edizione di Tale e Quale Show porta a casa una sufficienza però stentata ed inizia l'anno con un "debito formativo". Pronti, via e Conti scende dalle scale più abbronzato che mai, tiene il ritmo e conduce la serata con il pilota automatico. Il conduttore toscano è impeccabile, ha sempre il comando della scena senza mai invadere e togliere spazio agli altri. Questo però non stupisce perchè la sua professionalità è nota a tutti.

Cosa non ha funzionato? In alcuni momenti è sembrato di vedere in onda la prova generale con imitazioni deboli realizzate da un cast che già sulla carta sembrava meno forte rispetto alla passata edizione che poteva contare anche sulla quota "trash-social" Fico-Scanu. C'è la tassa Cirilli che va pagata anche quest'anno ma il conto è più salato con l'arrivo di Pino Insegno, due che l'ultima volta che hanno fatto realmente ridere qualcuno era il 1985. Non mancano le battute sul cognome di Walter Nudo così come non si rinuncia alla quota Vegastar presente in tutti i programmi del conduttore. Quest'anno per rispettare la tradizione arrivano lo stesso Nudo, Sergio Friscia (sempre più cirillizzato) e Laura Freddi.

Sanremo 2016, Maria De Filippi: "Nessuna mi è arrivata nessuna proposta"

La giuria è buonista come sempre e il cambio di un elemento non porta a risultati diversi. Sono sempre tutti bravi e identici all'originale, va bene che a Rai1 non cercano la giuria cattiva ma si potrebbe provare una via di mezzo. L'ironia di Lippi funziona, la Goggi fa la Goggi e poi c'è il debutto di Gigi Proietti. Viene quasi l'imbarazzo nel giudicare un mostro sacro ma l'attore romano sembra fuori contesto, è presto per definirlo inadatto ma sicuramente da rivedere. Ad essere sinceri la mancanza di Christian De Sica un po' si avverte, il suo protagonismo e la sua parac**aggine davano al momento dei giudizi una maggiore vivacità. Forse è solo abitudine quindi è giusto aspettare le prossime puntate.

Lascia qualche dubbio la scelta di inserire nel cast imitatori professionisti come Lopez, Giusti, Cicchella ma anche lo stesso Friscia. Conti sottolinea che ora devono anche cantare ma si tratta comunque di un vantaggio. Tornano ancora tra le imitazioni Beyoncè e Patty Pravo, Fedez per la quota giovani. La coppia Cicchella-Luzi si esibisce in Magnifico e durante i commenti Lippi si lascia andare: "Hai imitato benissimo, fai schifo uguale". Frase riferita soprattuto ai tatuaggi, su Twitter subito dopo è arrivato il commento del rapper: "Quindi a #taleequaleshow hanno detto che faccio schifo per i miei tatuaggi? Paleolitico. Che tristezza che siete, vergognatevi."

Conti intelligentemente si scusa e usa toni diversi: "Fedez è un grandissimo artista. Una persona non si giudica dai tatuaggi, sono stati fatti degli apprezzamenti non corretti". Oltre al caso Fedez da segnalare l'imitazione di Luca Barbarossa realizzata da Savino Zaba, l'unica davvero meritevole. La prima puntata viene però vinta da Elena Di Cioccio per aver imitato Antonella Ruggiero. In chiusura è giusto dire che il programma è leggero e si lascia seguire, porterà a casa anche quest'annno ottimi ascolti. Non si tratta di una falsa partenza ma solo di un avvio rallentato, Conti sa guidare benissimo ci vuole solo il tempo per ingranare la marcia e via questa volta per davvero.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017