Excite

Toscani, polemica per la campagna contro la violenza sulle donne

Il fotografo Oliviero Toscani fa ancora discutere. Il settimanale 'Donna moderna' ha lanciato una campagna pubblicitaria contro la violenza sulle donne realizzata da Toscani ed è subito scattata la polemica. Nel manifesto compaiono due bambini nudi: un maschietto, Mario, e una femminuccia, Anna. Sotto Mario c'è scritto 'carnefice' mentre sotto Anna, barrata con la frase 'no alla violenza sulle donne', c'è scritto 'vittima'.

Guarda il manifesto

"I due bambini - ha spiegato Toscani - incarnano la purezza. Tutto comincia da lì, dall'infanzia. Poi intervengono l'educazione dei genitori, i valori che ci trasmettono, il loro esempio, giusto o sbagliato". Secono il fotografo, è proprio l'educazione ricevuta in una famiglia sbagliata in una "cattiva famiglia" a creare un uomo violento. "Nella stragrande maggioranza dei casi è così e vorrei che le madri ne fossero consapevoli: tocca soprattutto a loro educare i figli, crescerli nel segno del rispetto verso l'altro sesso e il resto del mondo. Le donne - ha aggiunto Toscani - sono in qualche modo complici della violenza maschile nei loro confronti, può sembrare un paradosso ma è proprio così. Molte madri, prese dagli impegni e dal lavoro, hanno abdicato all'educazione sentimentale dei figli e sono felici se i figli maschi esibiscono forza e virilità, si rivelano incalliti seduttori, mentre una figlia con tanti fidanzati...".

Ma Telefono Azzurro non ha approvato la campagna e ha annunciato che il proprio settore legale sta studiando un esposto alle autorità garanti competenti. "Il manifesto è quantomeno inadeguato e improprio - ha detto il presidente di Telefono Azzurro, Ernesto Caffo - tanto il contenuto quanto il riconoscimento del volto dei bambini". Secondo quanto affermato da Caffo, molte perplessità vengono anche dalla caratterizzazione del bambino come aggressore di natura, quasi che fosse ontologica nei maschi la violenza nei confronti delle donne. "E' una campagna pubblicitaria in linea con le solite di Toscani - ha sottolineato il presidente di Telefono Azzurro - che puntano sullo scandalo e che non sono utili alla causa per la quale dovrebbero essere create, come in questo caso sulla violenza sulle donne. Senza contare poi che in genere le immagini di bambini nudi sono da evitare, perchè non si mostra rispetto per la persona e il messaggio che qui emerge non è certo consono a una campagna per i diritti delle persone".

Per spiegare la decisione che ha portato alla realizzazione di questa campagna e alla scelta di Toscani, il condirettore di Donna Moderna Cipriana Dall'Orto ha scritto nel suo editoriale: "Sette milioni di italiane, come tutti gli abitanti di Emilia Romagna, Marche, Umbria e Abruzzo messi insieme, hanno subito un abuso ma le donne hanno paura a denunciare: lo fa solo il 7 per cento, si sentono sole, hanno vergogna, sono terrorizzate, e talvolta così umiliate da pensare di 'meritare' quello che ricevono. La foto di Toscani è un messaggio forte: l'abbiamo voluta proprio così ed è per questo che ci siamo rivolte a Toscani, creativo senza peli sulla lingua".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017