Excite

Valerio Merola, Bravissima torna in tv: "Sono io l'inventore del talent show in Italia"

  • YouTube

Amici di Maria de Filippi il padre dei talenti show italiani? Nemmeno per sogno. Valerio Merola non ci sta e a Libero racconta come in realtà il vero padre dei talent televisivi nostrani sia lui, o meglio il programma Bravissima, che il presentatore ha esportato in tutto il mondo.

Valerio Merola ha infatti rivendicato il primato italiano dei talent show per il noto programma degli anni '90, trasmesso sulle reti Mediaset dopo essere nato nel ventre di mamma Rai.

Bravissima, quindi, sarebbe il primo vero show scopritore di talenti d'Italia, alla faccia dei vari Amici, X Factor e Gran Premio, programma di Pippo Baudo che ha rivendicato per primo il “diritto d'autore” del talent show rispetto al più noto programma della De Filippi. Valerio Merola ha risposto affermando che il talent del Pippo nazionale era una gara tra artisti, più che tra talenti in erba.

Ma cos'era Bravissima, e quali erano i talenti da scoprire del programma meroliano? Obiettivo dello show era quello di trovare la showgirl perfetta, che combinasse bellezza estetica e talento nel ballo, nel canto e nella recitazione: proprio come cerca di fare Amici con la sua scuola televisiva, motivo per cui Merola chiede con insistenza che gli sia riconosciuta la paternità del format.

Il programma di Merola ha effettivamente sfornato alcune donne di spettacolo che hanno fatto carriera nella televisione e nel cinema italiano, come Violante Placido e Roberta Lanfranchi. Dopo le disavventure giudiziare di Valerio Merola, accusato di aver sedotto alcune ragazze che volevano sfondare nel mondo dello spettacolo, il presentatore si è trasferito in America latina, dove ha esportato con grande successo il format di Bravissima in numerose nazioni. Nel frattempo, anche in Italia esplodeva la febbre del talent, immemore dei meriti che ora Merola chiede gli vengano riconosciuti.

Per dimostrare di essere l'unico, vero padre dei talent show, Valerio Merola, rientrato in Italia, ha deciso di ridare vita al Bravissima nostrano, in un format in cui le ragazze (il sesso maschile, nonostante Merola rivendichi l'analogia con Amici, sembra non essere contemplato), si sfideranno su canto, ballo, cinema, tv e moda e, categoria inedita, fitness. Il programma, assicura Merola, verrà trasmesso su un canale della piattaforma Sky. Riuscirà il “Merolone” a trionfare nel mondo dei talent senza incorrere in altri scivoloni?

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017