Excite

Valerio Scanu accusa le major: "Usano e gettano i cantanti usciti dai talent show"

  • Getty Images

Un pesante atto di accusa, quello di Valerio Scanu, ex concorrente di Amici 2009 e vincitore del Festival di Sanremo ad un anno di distanza, rivolto alle case discografiche leader del mercato nazionale.

Scanu ed altri artisti sul palco di Atreju a Roma

Il successo seguente alla partecipazione al prestigioso talent show televisivo, per lui ed altri, è stato una meteora svanita troppo presto, nonostante il prestigioso contratto strappato ad una major soltanto qualche anno fa. Secondo quanto afferma l’ex icona dei teenagers italiani, gran parte delle responsabilità di questa caduta dalle stelle alle stalle risiederebbe nelle segrete stanze dell’etichetta Emi, titolare dei diritti sulle sue produzioni ma ormai disinteressata al lavoro di un artista in parabola discendente.

“Sono stato usato e gettato via”, accusa Scanu, che adesso proverà a percorrere la strada non facile dell’autogestione di album e concerti, ripartendo quasi da zero dopo le ultime scottanti delusioni. “Chiunque esca fuori dai talent show corre i miei stessi rischi, prosegue il 23enne cantante sardo intervistato da Repubblica, poco tenero anche nei confronti del programma che gli aprì nel 2008 le porte della popolarità: “Ad Amici questo succede nel 95% dei casi”.

Pur senza mettere sul banco degli imputati l’intero sistema dei talent nazionali, Valerio Scanu ci tiene a precisare cosa a suo avviso non va, ovvero “farsi rappresentare da una casa discografica senza evidentemente poter incidere sui brani da proporre al pubblico in maniera determinante.

“Per l’ultimo disco con la Emi, mentre io ero in sala di registrazione a Roma loro stavano in ufficio a Milano per poi dire che il mio lavoro faceva schifo” rincara la dose polemicamente il trionfatore di Sanremo 2010, ferito dalla decisione dei discografici di non puntare più su di lui.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019