Excite

Ricci: le mie veline per Miss Italia

Ma Striscia la Notizia ha avuto un calo di ascolti? La domanda è legittima, perché con tutto il polverone mediatico sollevato da Antonio Ricci in questi giorni viene da chiedersi se la querelle sulla mercificazione delle donne rilanciata ossessivamente dall'inventore del tg satirico di Canale 5 non sia solo una trovata pubblicitaria furbetta.

Prima il "cortese" scambio di opinioni con Gad Lerner, poi la scandalosa puntata di Matrix in cui proponeva un suo personale seguito del film "Il Corpo delle Donne" di Lorella Zanardo, quindi la mail inviata a tutte le giornaliste dei gruppi Mondadori, l'Espresso, RCS e Condé Nast che intimava di mettere la propria faccia (e la propria firma) per togliere signorine seminude o nude proprio dai giornali. Un'escalation culminata nella provocazione di ieri, con Ricci che "chiede alla Rai di cancellare dal palinsesto la prossima edizione di Miss Italia, programma dove la donna per antonomasia è militarizzata e al Gruppo l'Espresso di rinunciare alle sue due veline: il settimanale D-la Repubblica delle donne e il mensile Velvet, dove la dignità delle donne è ridotta da sempre ad attaccapanni", come riporta il Giornale.

La lite Ricci-Lerner

Ma che cosa è successo? In sostanza Mr. Drive In ha colto al balzo la dichiarazione del Comune di Salsomaggiore Terme, che ha comunicato che non ospiterà più la prossima edizione di Miss Italia a causa dei costi troppo elevati (leggi la notizia), per proporre un baratto: lui toglie le veline da Striscia e non fa la prossima edizione di Veline, trasmissione dedicata proprio alla ricerca dei volti femminili del tg satirico, in cambio la Rai cancella Miss Italia e la Repubblica e l'Espresso non pubblicano più le loro due riviste di punta.

Tutte le veline di Striscia la Notizia

Una proposta che lascia il tempo che trova, in primis perché il fatto che Salsomaggiore non ospiti più Miss italia non significa che la manifestazione non si faccia: riesce difficile credere che la famiglia Mirigliani e la Rai rinuncino a una simile gallina dalla uova d'ora. E poi perché i due rotocalchi citati da Ricci sono pieni di ricchissima pubblicità che va dritta nelle casse dei rispettivi gruppi editoriali.

Insomma, l'impressione è che lo strategico autore televisivo ne abbia fatta un'altra delle sue per garantirsi pubblicità a costo zero cavalcando l'onda di una discussione che sta accendendo un po' chiunque in Italia, dal semplice spettatore al direttore di palinsesto. Senza contare la possibilità di dire che lui un passo nella direzione dell'abolizione dello sfruttamento dell'immagine femminile l'ha fatto, ma che è stato cassato dagli interessi dell'editoria. Bella mossa, ma per essere credibile dovrebbe farne un'altra: dare lui l'esempio e fare sparire veline, paperette e chi più ne ha più ne metta dalle sue trasmissioni. Allora sì che la sua sarebbe una provocazione.

Guarda il video de Il Corpo delle Donne 2 di Antonio Ricci

Foto: mediaset.it

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2016