Excite

Verona, in carcere i ragazzi del pestaggio

Dal carcere di Montorio, a Verona, i cinque ragazzi accusati del pestaggio di Nicola Tommasoli gridano la loro verità. Raffaele Dalle Donne, studente di San Giovanni Lupatoto, Federico Perini, studente di Boscochiesanuova, Nicolò Veneri, studente di Verona, Andrea Vesentini, promotore finanziario di Illasi, Gugliemo Corsi, metalmeccanico di Illasi sono tutti in prigione accusati, per il momento, di omicidio preterintenzionale.

Guarda le immagini

Dalle celle dove sono rinchiusi i ragazzi non parlano di innocenza ma sostengono di non aver scatenato loro la rissa e, soprattutto, negano qualsiasi movente politico. "C'è stata una rissa, un fuggi-fuggi - ha detto Anrea Vesentini - che mi credano o no io non ho menato né mani né calci. E non sono un ultras, sono andato allo stadio una sola volta in vita mia. So che a un certo punto mi sono girato, ho visto quel ragazzo per terra che non si muoveva e ho avuto paura. Ho urlato 'ragazzi andiamo via'. E siamo scappati. Spero che venga fuori la verità, tutta la verità di questa storia". Gli amici di Nicola, però, hanno fornito un'altra versione. "Non c'è stata nessuna rissa. Siamo stati aggrediti alle spalle - hanno raccontato i ragazzi che si trovavano con Nicola - stavamo camminando, c'è stata chiesta una sigaretta, sempre camminando abbiamo detto di no. Poi c'è stata una frase un po' minacciosa, mi sono girato ed è arrivato il primo pugno".

Oggi verrà effettuata l'autopsia sul cadavere di Nicola Tommasoli a cui sono già stati espiantati il fegato, i reni e io pancreas. Sempre oggi, inoltre, il gip avvierà l'interrogatorio di garanzia aprendo una nuova fase delle indagini. Una vicenda tragica e amara quella di Verona sulla quale, si spera, la giustizia possa far luce il prima possibile.

tv.excite.it fa parte del Canale Blogo Entertainment - Excite Network Copyright ©1995 - 2017