Excite

Vittorio Sgarbi condannato a risarcire Travaglio con 30mila euro

"Non dici frasi, dici stronzate"; "Siamo in democrazia. C'è Santoro, ci sei tu, che diffamate continuamente"; "Non disinformare come fai sempre"; "Applaudite questa testa di..."; "Siamo un grande Paese con un pezzo di merda come te"; "Non sfottere che tu sei il popolo del nulla"; "Mia sorella vale venti volte te che sei un pezzo di merda, un pezzo di merda puro". Queste le parole rivolte dal sindaco di Salemi e critico d'arte Vittorio Sgarbi al giornalista Marco Travaglio durante la puntata del primo maggio 2008 di "Annozero" e che gli sono valse la condanna decisa dal tribunale civile di Torino. Sgarbi dovrà risarcire Travaglio con 30mila euro.

Guarda il video

Con la sua sentenza il tribunale civile di Torino ha rigettato la richiesta di risarcimento danni avanzata dal critico d'arte per le presunte offese ricevute dal giornalista. Il sindaco di Salemi è stato anche condannato al pagamento delle spese legali. Come sottolineato da Il Corriere della Sera, uno dei legali di Travaglio, Andrea Fiore, ha fatto sapere che la sentenza è stata depositata il primo dicembre scorso ed è firmata dal giudice Maria Francesca Christillin.

La trasmissione nella quale Sgarbi ha apostrofato il giornalista con insulti e parolacce era dedicata a Beppe Grillo. L'intervento che ha suscitato tanta ira da parte dell'allora assessore alla Cultura del comune di Milano è stato quello in cui Travaglio ha parlato della "cacciata" di Enzo Biagi dalla Rai.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018